Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito della Giornata nazionale dell’innovazione, indetta per il 9 giugno 2009 a Roma, dal Ministero della pubblica amministrazione e l’innovazione, consegnerà il “Premio dei Premi” alla società Genefinity spin-off dell’Università di Trieste.

Il premio ha anche lo scopo di evidenziare l’importanza che il Governo attribuisce ad aziende, enti pubblici o privati e ai singoli ideatori in qualità di protagonisti dell’innovazione, sostenendo il loro ruolo nello sviluppo sociale, economico e scientifico del paese.

Ma cosa si intende per società spin-off, quale per esempio è la Genefinity? In pratica le spin-off promosse dall’università sono quelle società per azioni o a responsabilità limitata alle quali l’Università partecipa in qualità di socio. Rappresentano un’importante occasione professionale per laureati e dottori di ricerca e uno strumento per rafforzare la diffusione della cultura d’impresa tra ricercatori e tecnici in formazione.

Nel caso specifico quindi la Genefinity è una spin off dell’Università degli Studi di Trieste nata nel 2006 da un gruppo di giovani scienziati dell’Università di Trieste capitanati dall’ingegnere Nicola Scuor, che hanno brevettato un’idea capace di rivoluzionare il mondo dei test genetici di massa, offrendo la possibilità di diagnosticare in maniera rapida, efficace ed economica un’ampia gamma di malattie genetiche. Dunque una società che fa ricerca avanzata.

Già in passato la Genefinity ha ricevuto alcuni riconoscimenti, come nel settembre 2008 con il premio al concorso Start Cup Trieste con il nuovo progetto “Ghost”.