rettore teramo lezioni negazionismo

rettore teramo lezioni negazionismo

“Esprimo con fermezza il più totale distacco” così il rettore dell’Università di Teramo in merito alle dichiarazioni negazioniste del professor Moffa in materia di olocausto. Il rettore dell’ateneo, Rita Tranquilli Leali, dopo la polemica scoppiata sul caso delle lezioni di negazionismo a Scienze Politiche è voluto intervenire dicendo di essere pervasa da “sentimenti di profondo dissenso e disagio morale.” Ma rispetto alla posizione che la facoltà e l’ateneo prenderanno si dovrà attendere martedì prossimo.

Sarà in quella data, infatti, spiega il rettore, che il Senato accademico prenderà una posizione non solo nei confronti del Master tenuto dal professor Moffa, e intitolato “Enrico Mattei in Vicino e Medio Orinte”, ma anche nei confronti del professor Moffa sulla cui cacciata dall’ateneo si è discusso in questi giorni.

“D’altro canto, le ‘affermazioni‘, come quelle esternate dal Moffa – ha dichiarato il rettore – non possono trovare giustificazione nel principio costituzionale della libertà di insegnamento, la cui portata ha radici e contenuti che non sembrano circoscrivibili nell’ambito di quanto apoditticamente divulgato dal professor Moffa”.