ricostruzione casa studente l'aquila

ricostruzione casa studente l'aquila

Dove sono finiti i fondi per ricostruire la Casa dello Studente? Se lo chiede il rettore dell’Università dell’Aquila, Ferdinando di Orio, riferendosi ai 16 milioni di euro che il Governo aveva promesso di destinare alla ricostruzione della residenza studentesca dopo il sisma dello scorso aprile. Così il rettore dell’ateneo colpito dal terremoto ha deciso di scrivere direttamente al ministro dell’Università e la Ricerca, Mariastella Gelmini.

La risposta del ministro Gelmini è stata chiara: la lettera è stata inviata al destinatario sbagliato. Le risorse vanno richieste infatti al Presidente della Regione ha detto Gelmini: ”che provvede alla successiva realizzazione dell’intervento, avvalendosi del competente Provveditorato interregionale alle opere pubbliche”.

Il rettore dell’Università dell’Aquila ha quindi scritto direttamente a Gianni Chiodi – Presidente della Regione Abruzzo ma anche Commissario delegato per la Ricostruzione – per sapere quali procedure intende adottare per ottenere i 16 milioni di euro, e con quali tempistiche. Al centro della denuncia del rettore anche il ritardo con cui è stata affrontata la ristrutturazione della Caserma Campomizzi, e la messa a disposizione di ulteriori appartamenti, dove dal 15 febbraio avrebbe dovuto alloggiare una parte degli studenti aquilani che dopo il terremoto del 6 aprile scorso – durante il quale è crollata la casa dello studente – stanno affrontando la delicata ricostruzione della città universitaria.