scrivere lettera

La lettera di presentazione è un aspetto fondamentale nella propria candidatura per un impiego.

E’ bene sempre accompagnare il proprio curriculum vitae con un’apposita lettera di presentazione o accompagnamento. Redigere una buona lettera di presentazione non è cosa da poco ed è bene tener presente alcuni criteri-guida.

L’obiettivo della lettera di presentazione è contribuire a non rendere anonimo l’invio del vostro cv e convincere il selezionatore a farvi superare la prima fase della selezione, cioè scegliere la vostra candidatura in mezzo a tutte le altre. Quindi, nel redigere la lettera di presentazione, oltre che esprimere con chiarezza e sinteticità il vostro percorso di studi e professionale, sarà bene anche precisare la vostra motivazione a ricoprire il ruolo offerto e mostrare la propria personalità ed una unicità.

E’ bene redigere la lettera di presentazione, o meglio, diverse versioni di essa, a seconda che si tratti di un’autocandidatura o di una risposta ad un annuncio, in modo tale da averne pronte alcune versioni nel momento in cui si decide di inviare il cv. E’ bene, comunque, modificare la lettera di presentazione in base alla specifica offerta di lavoro: è utile non dare l’impressione di utilizzare una lettera generica e uguale per tutte le candidature.

In genere, nel redigere la lettera di presentazione, è opportuno concludere con una formula quale “in attesa di una vostra risposta, rimango a disposizione per ogni chiarimento e per un eventuale colloquio”. Oltre alle formule di chiusura, per il resto va tenuto presente che, se il curriculum viene  viene inviato via e-mail, è buona norma contenersi con la lunghezza ed utilizzare uno stile asciutto.