università l'aquila

università l'aquila

L’Università dell’Aquila ha bisogno di più risorse economiche per rinascere. A concordare con il rettore Ferdinando Di Iorio stavolta è la Provincia dell’Aquila, che chiama in causa Regione e Governo.

Dopo l’ultimo discorso del rettore dell’ateneo abruzzese, che aveva messo in luce le responsabilità amministrative della Regione per la carenza di servizi sul territorio, arriva l’appoggio della Provincia per una politica che renda possibile la ricostruzione della città dell’Aquila, a partire dall’Università e dai suoi studenti.

“Come Provincia dell’Aquila sosteniamo le richieste dell’Università del capoluogo e del rettore per un serio e proficuo intervento di rilancio dell’ateneo” ha affermato Gabriele Perilli, Presidente della Commissione Attività Sociali, che ha spiegato: “in una situazione del tutto eccezionale come quella che sta attraversando la città dell’Aquila e tutto il territorio colpito dal sisma, non si può pensare che la Regione possa semplicemente spalmare le risorse tra tutti gli atenei abruzzesi”.

Il Governo e la Regione, ha concluso Perilli, dovrebbero “stanziare più fondi per l’Università e non ripartire i pochi che già ci sono” perché l’ateneo aquilano ha bisogno di finanziamenti per le strutture, per il rilancio dell’attività e per gli studenti.