costituzione

È alle porte la manifestazione prevista per sabato 12 marzo, ribattezzata “C-Day” in nome delle iniziative in difesa della Costituzione. “L’Italia s’è desta”, questo lo slogan pensato dal Comitato in difesa della Costituzione, promotore della giornata di cortei e proteste a cui aderiranno le varie sigle universitarie e scolastiche.

L’obiettivo della giornata sarà infatti quello di raccogliere tutte le diverse voci e le istanze in difesa dei diritti sanciti dalla Costituzione italiana, aggregando così le battaglie che animano il Paese, dalla difesa dell’istruzione pubblica che ha subito a più riprese l’attacco del premier, i diritti dei lavoratori, la libertà di stampa e altre.

“Crediamo fermamente nella Costituzione come garanzia per il nostro futuro – ha comunicato in una nota la Rete degli Studenti insieme ad alcune sigle universitarie – Il 12 marzo saremo in piazza anche per continuare a difendere l’istruzione pubblica dai continui attacchi di questo governo”.

Apprezzamenti dall’Unione degli universitari (Udu) per la grande risonanza e riconoscimento che la manifestazione sta riscuotendo in tutto il Paese e nell’opinione pubblica: ”Siamo felici – dicono gli studenti – che finalmente l’opinione pubblica si sia accorta di quello che sta succedendo alla scuola e all’università, e chiediamo a tutti quelli che credono nell’istruzione di non lasciarci soli come troppo spesso è successo quest’autunno”.

A denunciare alcune contraddizioni e mettere in guardia da rischi di strumentalizzazione politica sono invece gli studenti che scrivono sul sito Uniriot, opponendosi all’assimilazione delle proprie proteste con la parte del Paese dedicata alla “retorica nazional-popolare dell’anti-berlusconismo”, in chiaro riferimento all’annunciata presenza di Fli alla giornata del 12 marzo.

In tema di anticipazioni, sono partiti invece ieri alcuni flash mob, tra i primi quello della città di Venezia nel pomeriggio partito dal Ponte di Rialto, per poi proseguire alla vigilia della manifestazione con un altro incontro “flash” a Roma per “ricordare cos’è la costituzione”, alle ore 15 a Piazza del Popolo. La manifestazione ufficiale muoverà invece i suoi primi passi sabato 12 marzo in tutte le principali piazze delle città italiane, e a Roma l’appuntamento è previsto per le ore 14 da Piazza della Repubblica a Piazza del Popolo, mentre a Milano il “Costituzione Day” partirà da Piazza Cairoli alle 15.