premio tesi laurea tortura diritti umani

Un premio di 7 mila euro per le tesi di laurea discusse sul tema della tortura e dei diritti umani nel corso degli anni accademici 2008-2009 e 2009-2010. Questo è quanto mette in palio l’Acat, un’associazione cristiana ecumenica che dal 1983 opera contro la tortura e i trattamenti crudeli, inumani o degradanti, compresa la pena di morte, ispirandosi all’articolo 5 della Dichiarazione universale dei Diritti umani.

In occasione del 60esimo anniversario della dichiarazione, celebrato il 10 dicembre 2008, l’Acat Italia ha istituito un premio da assegnarsi alle tesi di laurea discusse sul tema: “La tortura e i trattamenti crudeli, inumani o degradanti contro le persone nel mondo contemporaneo: cause, implicazioni, strategie e strumenti per la loro prevenzione e abolizione e per la riabilitazione delle vittime”.

Potranno accedere al premio tesisti iscritti a università italiane, statali e non statali, e università pontificie presenti sul territorio nazionale che rilascino titoli di laurea aventi valore legale o riconosciuti in Italia. L’intento dell’iniziativa è quello di incoraggiare i giovani ad approfondire le problematiche emergenti del fenomeno della tortura nelle sue varie manifestazioni, a prendere coscienza della sua gravità e dell’importanza di impegnarsi per fermarlo.

La somma messa in palio sarà così distribuita:

  • 3.500 Euro per la migliore tesi discussa nell’anno accademico 2008-2009
  • 3.500 Euro per la migliore tesi discussa nell’anno accademico 2009-2010

I premi, stabiliti da una commissione esaminatrice nominata dall’Acat Italia, saranno assegnati rispettivamente entro giugno 2010 e giugno 2011, nel corso di una cerimonia pubblica. L’importo della somma è finanziato dalla Chiesa Valdese Italiana nell’ambito delle risorse dell’Otto per mille e gode inoltre del supporto del Pontificio consiglio della Giustizia e della Pace (Roma), della Facoltà Valdese di Teologia (Roma), dell’associazione dei Medici contro la tortura (Roma) e del Fiacat – Federazione Internazionale delle Acat (Parigi).

Questi i requisiti per concorrere all’assegnazione dei premi:

  • aver discusso la tesi nell’anno accademico 2008-09 o 2009-10.
  • inviare ad “Acat Italia, Premio di Laurea, Via della Traspontina, 15 – 00193 Roma”, rispettivamente entro e non oltre il 30 aprile 2010 per il premio relativo all’anno accademico 2008-2009 ed entro il 30 aprile 2011 per quello relativo all’anno accademico 2009-2010:
  1. 2 copie cartacee e 1 copia su supporto informatico della tesi,
  2. una sintesi della tesi non più lunga di 2 (due) cartelle
  3. copia certificato di Laurea,
  4. una lettera di accompagnamento del relatore della tesi.