Ig Nobel 2011

Partono qualche giorno prima dei premi ufficiali da ben 21 anni. Gli anti-premi, cosiddetti Ig Nobel (letto di seguito si legge ovviamente ignobile) che vengono assegnati ogni anno a scienziati che hanno svolto ricerche a dir poco bizzarre, seppur importanti. La scorsa edizione ha visto protagonisti anche tre scienziati italiani.

A selezionare i vincitori 2011 del premio-parodia dei Nobel è un gruppo di scienziati che si sono aggiudicati in passato il premio nella sua versione ufficiale. Così capita, neanche troppo di rado, che il vincitore di un autorevole Nobel sia poi “insignito” anche dell’Ig Nobel, così come è accaduto ad Andre Geim, che ha vinto a Stoccolma il Nobel per la fisica nel 2010 per i suoi studi sul grafene, dopo essere stato selezionato ad Harvard alcuni anni prima per un esperimento in cui fece levitare un anfibio.

Quanta polvere di wasabi (un condimento della cucina giapponese) occorre per svegliare un uomo in caso di incendio? Perché i lanciatori del disco o del martello hanno giramenti di testa dopo le gare? Questo è solo un accenno ad alcuni degli esperimenti più pratici che quest’anno il premio Ig Nobel ha riconosciuto come “meritevoli”.

Ma c’è di più. A guardare la ricerca su uno scarabeo australiano, mirata a capire perché l’insetto gradisca accoppiarsi con una particolare bottiglia di birra locale, si capisce perfettamente lo spirito della competizione. Andando più a fondo però, lo scienziato Darryl Gwynne, dell’università di Mississauga, in Canada, spiega che lo studio mirava alla conclusione secondo cui “queste cose non accadono alle femmine, sono sempre i maschi a commettere errori”.

Stando alle parole del fondatore del premio Ig Nobel, Marc Abrahams dell’università di Harvard, la scelta è ogni anno davvero una sfida, vista la notevole quantità di ricerche e scienziati che meriterebbero il premio come più curioso, strampalato o apparentemente inutile progetto di ricerca o esperimento.

In tutto ciò quest’anno è stato selezionato anche un politico: Arturas Zuokas, sindaco di Vilnius, capitale della Lituania, è stato insignito del tanto ambito Ig Nobel per la pace. La motivazione? La giuria dell’Ig Nobel è entusiasta del suo notevole ammirevole intervento con un carro armato per “spostare” una Mercedes parcheggiata su una pista ciclabile (a seguire il video).