Palermo

Le Università del Sud ancora protagoniste. Dopo i finanziamenti alla ricerca stanziati a favore delle università meridionali e la presa di coscienza del potenziale di queste ultime per lo sviluppo economico, le università meridionali italiane andranno anche a costruire un dialogo con i paesi in via di sviluppo.

Ad ottobre infatti a Palermo si parlerà, al Convegno nazionale sulla cooperazione delle Università, proprio di questo. Le Università meridionali promotrici di una politica di cooperazione solidale con i Paesi più poveri.

L’incontro di ottobre sarà quindi l’occasione per delineare i metodi di intervento. Ciascuna università coinvolta poi avrà la possibilità di presentare le proposte di lavoro con progetti concreti, che seguiranno due linee di intervento distinte:

  • l’attrazione e l’accoglienza di studenti extracomunitari negli atenei meridionali
  • l’adozione di un Paese in via di sviluppo da parte di ciascuna università

Con le università del Sud, aumentano le università che collaborano per la cooperazione allo sviluppo, attraverso progetti diversificati e iniziative che coinvolgono spesso direttamente gli studenti.

In questo progetto in particolare l’Università di Palermo sarà il capofila per i progetti di cooperazione e sviluppo delle università dell’Italia meridionale e insulare.