Politecnico Milano

Politecnico Milano

È al Politecnico di Milano che spetta la palma del migliore ateneo in Italia secondo la classifica stilata dal quotidiano Il Sole 24 Ore dopo quella del mese di marzo. L’ateneo milanese mantiene così per il secondo anno consecutivo la prima posizione, seguito dall’ateneo di Trieste e di Modena e Reggio Emilia.

Il Politecnico di Milano ottiene il massimo punteggio grazie ad un nuovo parametro analizzato, quello relativo al successo occupazionale dei suoi laureati. Senza l’indicatore occupazione a guadagnare il primo posto sarebbe invece l’ateneo modenese, che salirebbe sul podio al primo posto seguito dal Politecnico e dall’Università di Trieste.

Fra le accademie non statali vincenti risultano invece la Bocconi, il San Raffaele di Milano e la Luiss di Roma, mentre la Kore di Enna e Roma Europea (ateneo promosso dai Legionari di Cristo), insieme a Bergamo e Siena, conquistano i peggiori risultati. Quarto in graduatoria arriva infine il Politecnico di Torino.

Negativo invece il giudizio del Sole 24 Ore sulle università meridionali: la seconda Università di Napoli, 16esima nel 2008, crolla fino al 28esimo posto, alle spalle della Federico II (27), e l’ateneo beneventano del Sannio scende dal 22esimo posto al 37esimo.

Unica eccezione nel panorama degli atenei del Sud è l’Università di Bari, che, alla 20esima posizione mantiene la posizione dello scorso anno, seguita dall’Università della Calabria.

Tra le sedi del Nord le prestazioni peggiori riguardano invece l’ateneo di Bergamo (in linea con gli anni precedenti) e di Siena, dove i gravi problemi finanziari dell’ateneo hanno condizionato gravemente le prestazioni dell’Università (scesa dal posto 13 al 38 nella graduatoria).

I dieci parametri utilizzati dal Sole 24 Ore sono il tasso di dispersione, talenti, attrattività, inattività, laurea nei tempi, occupazione dei laureati dopo tre anni, affollamento, ricerca (fondi interni ed esterni e personale impiegato)

Politecnico Milano

Politecnico Milano