pillola per prevenire rughe e mantenere abbronzatura

L’abbronzatura dona un aspetto più sano, ma il sole è uno dei nemici peggiori della pelle perché accelera la comparsa delle rughe. Niente paura però! Sembra che d’ora in poi non dovremo più preoccuparci degli effetti nocivi dei raggi UV, grazie alla creazione di una pillola in grado di prevenire l’invecchiamento cutaneo e far mantenere più a lungo quel bel colorito dorato.

La rivoluzionaria pillola è a base di licopene, un potente antiossidante presente nel pomodoro, ed è stata creata dal professor George Truscott della Keele University (Inghilterra) e dal dermatologo Fritz Boehm della Humboldt-Universität (Germania). Sarà prodotta dall’azienda George and Partners e dovrebbe essere disponibile già da Aprile, giusto in tempo per l’inizio della bella stagione.

Oltre ai benefici cosmetici, la pillola potrebbe anche aiutare a prevenire i tumori della pelle. Il licopene è infatti noto anche per le sue proprietà anticancro e per la capacità di diminuire il rischio di malattie cardiache. La sostanza è particolarmente abbondante nei pomodori cotti e, assicura il prof. Truscott, assumere una di queste pillole sarebbe come mangiarne dai 6 agli 8.

I raggi ultravioletti causano l’aumento dei radicali liberi e quindi, tra gli altri effetti, anche la comparsa delle rughe. Il licopene contenuto nelle nuove pillole sarebbe in grado di contrastare questa reazione ossidativa e di preservare l’elasticità e la compattezza della pelle, prevenendone i cedimenti e ottenendo anche di mantenere l’abbronzatura più a lungo, in quanto la sostanza interagisce con la melanina.

Rispetto alle creme antirughe e agli altri trattamenti esterni per conservare il colorito donato dall’abbronzatura, la nuova pillola sarebbe più efficace perché agisce dall’interno dell’organismo. Tuttavia, sebbene il licopene protegga dai danni a lungo termine causati dalle radiazioni solari, è sempre opportuno adottare le dovute precauzioni quando ci si espone al sole e non abusare di lampade e lettini abbronzanti, come ricordano gli stessi creatori del farmaco.

La nuova pillola, insomma, può aiutare a prevenire le rughe e a mantenere l’abbronzatura, ma non può proteggere del tutto la pelle dal melanoma e da altre forme di tumore sempre più diffuse tra la popolazione.