pazienti robot aspiranti dentisti giappone

pazienti robot aspiranti dentisti giappone

Si chiama Hanako ed è destinato a diventare, per sua natura, il paziente che tutti i dentisti desiderano. Si tratta infatti del primo paziente robot per gli studenti aspiranti dentisti ideato in Giappone, risultato di una collaborazione tra tre Università di Waseda, Showa e Kogakuin e il produttore di robot Tmsuk.

Su quello che è stato definito il primo robot dentale al mondo per la pratica su larga scala, finora 88 studenti dell’Università di Showa hanno fatto l’esame affrontando i problemi usuali, ma anche quelli più imprevisti come un colpo di tosse, con buona pace dei pazienti in carne e ossa.

Le “cavie” robotizzate rappresentano il prodotto di una tecnologia avanzata che permette infatti di riprodurre  gli stimoli esattamente come un paziente qualunque in visita dal dentista e può quindi starnutire, produrre salivazione, aprire e chiudere la bocca, parlare e perfino lamentarsi di qualche passo falso dello specializzando.

“Le capacità e le abilità mediche derivano principalmente da un fallimento – ha spiegato il vice direttore della Showa University Dental Hospital – per questo abbiamo capito che un robot è l’unica soluzione che permette agli studenti di imparare senza inconvenienti per i pazienti”.