Università Parma Psichiatria

Novità in vista per psichiatria all’Università di Parma. E’ stato infatti da poco firmato un accordo-convenzione tra l’università e l’Azienda USL di Parma.

La Convenzione prevede l’integrazione dell’Unità Operativa Complessa di Psichiatria a direzione universitaria presso il Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche (DSMDP) dell’USL di Parma.

A firmare l’accordo sono stati il Rettore Gino Ferretti e il Direttore Generale dell’Azienda USL Massimo Fabi.

Si è giunti all’integrazione dell’Unità Operativa di Psichiatria nel DSMDP dell’USL, principalmente per migliorare l’offerta didattica e i programmi di ricerca, ma anche per altri motivi.

Con l’accordo si vuole infatti ampliare l’offerta didattica tramite la disponibilità della completa gamma dei servizi psichiatrici (ospedalieri, residenziali, semiresidenziali, territoriali e di supporto), questo per favorire una formazione al passo coi tempi, nel campo della salute mentale e dell’assistenza psichiatrica.

Inoltre tra gli obbiettivi dell’accordo c’è anche l’esigenza di completare l’assetto dei servizi psichiatrici di Parma, costituendo un sistema basato sulla continuità tra le funzioni didattiche, di ricerca ed assistenziali. Un sistema integrato dunque nelle diverse articolazioni della rete di presidi che lo compongono.

E ancora si vuole potenziare la prevenzione, la diagnosi precoce e il trattamento dei disturbi psichici, dall’età infantile all’età geriatrica, andando a creare un’integrazione efficace tra i servizi specialistici, i servizi di medicina generale e le istituzioni a carattere sociale, secondo un modello di psichiatria di comunità che il DSMDP di Parma sta progressivamente realizzando.