orientagiovani confindustria 2010

orientagiovani confindustria 2010

Per uscire dalla crisi c’è un solo modo, indirizzare le scelte delle nuove generazioni verso percorsi di studio e lavoro tecnico-scientifici. A dirlo è Confindustria che oggi organizza la giornata dedicata all’orientamento dei più piccoli. ‘La musica della tecnologia’ questo il filo conduttore che tiene insieme le attività che si svolgeranno in diverse città italiane per la giornata Orientagiovani di Confindustria, appuntamento giunto ormai alla sua diciassettesima edizione. Quest’anno il fulcro della manifestazione sarà a Napoli alla Mostra d’Oltremare presso il Teatro Mediterraneo, dove a partire dalle 9 e mezza si susseguiranno una serie di appuntamenti dedicati proprio all’orientamento delle giovani generazioni verso l’università e il lavoro.

Non un orientamento qualsiasi, insomma, ma un orientamento mirato a promuovere soprattutto gli studi tecnici e scientifici e le relative professioni come scelte di vita dei nuovi giovani. Una delle politiche fondamentali, spiega Confindustria, per uscire dalla crisi. Per rilanciare l’economia del nostro Paese, spiega sempre Confindustria, c’è bisogno innanzitutto di indirizzare gli studenti medi e universitari verso percorsi nei settori tecnico-scientifici. Le lauree tecniche e scientifiche, lo ricordiamo, sono ancora le più richieste secondo quanto confermato anche dalla classifica di Censis-Repubblica 2010.

Il secondo passo è quello di creare un raccordo tra istruzione e mercato del lavoro, spiegano gli organizzatori della giornata. Per questo durante la diciassettesima edizione dell’Orientagiovani di Confindustria ci saranno anche corsi per i docenti.