oggi test di ammissione a Veterinaria 2014

Gli aspiranti sono in netto calo, ma il test di ammissione a Veterinaria 2014 rimane comunque molto difficile da superare. Per farcela, i quasi 7mila candidati oggi alle prese con la prova – in una data del tutto inedita – dovranno contare sulla propria preparazione, ma avranno bisogno anche di una buona dose di fortuna, visto l’esiguo numero di posti stabilito dal MIUR.

Dalle 11.00, in contemporanea su tutto il territorio nazionale, gli studenti potranno iniziare a rispondere alle 60 domande a risposta multipla del test di ammissione a Veterinaria 2014, per provare a ottenere un punteggio tale da consentire loro di essere tra i 774 fortunati che potranno immatricolarsi per l’anno accademico 2014-2015. Avranno a disposizione 100 minuti per dare soluzione a quattro quesiti di cultura generale, ventitré di ragionamento logico, tredici di biologia, quattordici di chimica e sei di fisica e matematica.

Per sapere se ce l’avranno fatta i partecipanti dovranno attendere fino al 12 Maggio, giorno in cui sarà pubblicata la graduatoria nazionale. Per alcuni, tuttavia, le speranze potrebbero sfumare già prima. I risultati del test di ammissione a Veterinaria 2014 saranno resi noti il 23 Aprile e chi non avrà raggiunto il punteggio minimo (20 punti) sarà già escluso dai giochi.

Mentre sta per scoccare l’ora X per il test di ammissione a Veterinaria 2014 e già è stato archiviato quello per l’accesso a Medicina e Odontoiatria, come ogni anno non mancano le proteste contro il numero chiuso. Con una novità: la guida cartacea distribuita da UDU e Rete degli studenti ai candidati per metterli in guardia contro ingiustizie e comportamenti sospetti adesso è affiancata anche da un’app, che consente di inviare segnalazioni in tempo reale. L’impegno delle associazioni studentesche è quello di ricorrere contro tutte le situazioni poco chiare, con l’intento di riuscire ad ottenere in un futuro non troppo lontano l’abolizione dell’accesso programmato.

Esercitati per i test di ammissione 2014 con le simulazioni gratuite di Universita.it