universita valle aosta

Buone notizie per la Regione Valle d’Aosta. È stata infatti data un’accelerazione al progetto di ampliamento dell’Università della Valle d’Aosta, con la costituzione di un nuovo polo universitario, con tanto di un campus annesso.

In pratica la Regione ha deciso di trasformare la caserma aostana Testafochi, attualmente dei militari del corpo degli Alpini, in un ateneo.

Il progetto è in cantiere da anni, e finalmente la Valle d’Aosta ha ricevuto il via libera nel luglio del 2008, con la firma, da parte del Ministero della Difesa, della Regione e del Comune di Aosta, di un accordo di programma che prevede, tra le altre cose, il rilascio della caserma all’Amministrazione regionale.

Attualmente la sede dell’Università della Valle d’Aosta, che conta circa 1.300 iscritti, è in un edificio un tempo seminario religioso, ma si avvale anche di altri spazi dislocati ad Aosta. Il progetto per il nuovo polo, prevede la creazione di un campus con una capienza di circa 2.000 studenti e 50 aule per una superficie complessiva di circa 4.700 metri quadrati.

Inoltre verranno costruiti 11 laboratori, 1 aula magna, 5 sale riunioni, 1 sala biblioteca dotata di 5 sale studio, 1 libreria universitaria, 1 centro multimediale attrezzato, 1 aula per le associazioni studentesche, 1 spazio informativo dedicato, 46 uffici per il corpo docente, 39 uffici amministrativi, oltre ad una caffetteria, agli spazi di deposito e archivio e alle centrali tecnologiche.

Ma non finisce qui, perché il progetto prevede anche la costruzione di 1 studentato di 4.600 metri quadrati, con circa 100 posti letto, dotato di palestra, area sportiva e 227 posti auto, e 300 posti tra moto e biciclette.

I tempi di realizzazione del progetto sono comunque tanti. Si stima da un minimo di 8 anni, fino ad un massimo di 14 anni.