Universita' della Tuscia di Viterbo

L’università della Tuscia è la prima ad adeguarsi al riassetto richiesto dal ministero dell’Università dando vita a un lavoro di restyling su facoltà e dipartimenti che assieme alla nuova offerta di servizi on line completa un’operazione cominciata con la riforma degli orgni accademici. L’ateneo viterbese rinuncia dunque per sempre alle sue 7 facoltà e lascia tutta la gestione di didattica e ricerca a 7 dipartimenti, riducendo in questo caso il numero, dal momento che finora ne contava 17.

L’auspicio del rettore Marco Marcini, che è anche presidente della Conferenza dei rettori, è che la razionalizzazione dei corsi di laurea facilitino la vita degli studenti. Ecco i dipartimenti individuati dagli organi decisionali dell’Unitus: dipartimento di Istituzioni Linguistico-Letterarie, Comunicazionali e Storico-Giuridiche dell’Europa (Distu), dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo (Disucom), dipartimento di Scienze dei Beni Culturali (Disbec), dipartimento di Economia e Impresa (Deim), dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche (Deb), dipartimento per la Innovazione nei Sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali (Dibaf) e dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia (Dafne).

Altra novità per il prossimo anno accademico è il potenziamento dei servizi on line, grazie al quale gli studenti potranno effettuare la prenotazione e verificare la registrazione degli esami e provvedere al pagamento delle rette via web anche con carte di credito. Altri servizi telematici disponibili sarà la gestione del curriculum di studi, le informazioni sulle attività dei docenti, la possibilità di scaricare lezioni e dispense.

L’ateneo ha anche annunciato il suo programma di orientamento e accoglienza per le future matricole, che dal 7 al 14 settembre potranno chiedere informazioni presso gli stand informativi ne complesso di Santa Maria in Gradi, dove ci sono rettorato e uffici amministrativi. Il direttore amministrativo Giovanni Cucullo ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione delle novità 2011-2012 che l’Università della Tuscia ha svolto una capillare opera di informazione presso gli studenti del viterbese che in questi giorni sono impegnati negli esami di maturità, affinché venissero a conoscenza delle opportunità offerte dall’ateneo del loro territorio.