Riccardo Muti laurea ad honorem

Il maestro Riccardo Muti riceverà venerdì 4 novembre a Torino la laurea honoris causa in Storia e critica delle culture musicali. Per il pluripremiato direttore d’orchestra nato a Napoli e noto in tutto il mondo non è il primo riconoscimento di questo tipo, anche se una delle precedenti esperienze non deve essere un ricordo piacevole.

Diversi anni fa, nell’aprile del 2003, quando Muti era ancora direttore alla Scala, il conferimento della laurea ad honorem da parte dell’Università La Sapienza fu bloccato da una protesta studentesca con relativa irruzione nella sala dove si svolgeva un suo concerto e dal successivo annullamento della cerimonia di conferimento, che avrebbe dovuto coincidere con le celebrazioni del settecentesimo anniversario di fondazione dell’ateneo capitolino.

Il 12 novembre 2004 Muti ha anche ricevuto la laurea honoris causa in filosofia dall’Università Vita-Salute San Raffaele con una cerimonia alla sala Verdi del Conservatorio di musica di Milano. Il 22 aprile 2005, invece, è stata l’Università Federico II di Napoli a conferire la laurea ad honorem al maestro in Lettere moderne. Per l’occasione, la sua lectio magistralis è stata un corncerto di Haydn al teatro San Carlo alla guida dell’Orchestra giovanile Luigi Cherubini.

Nel 2007 la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo dell’Università di Siena gli ha conferito la laurea in Letteratura e spettacolo e un altro “alloro” gli è stato conferito in passato anche in Spagna, a Barcellona.

Per la laurea all’Università di Torino la lectio magistralis del maestro sarà un concerto con l’Orchestra dei Talenti Musicali della Fondazione CRT curata dall’Accademia Perosi Onlus di Biella. A Muti sarà assegnato anche il Premio Arca d’Oro 2011 perchè “con la sua arte ha diffuso la cultura musicale italiana e messaggi di pace in tutto il mondo”.

La cerimonia ufficiale di consegna della laurea honoris causa sarà comunque l’ennesima onorificenza assegnata a Muti, che oltre alle numerose lauree è stato già insignito, tra gli altri, del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, della Medaglia d’oro ai benemeriti della Cultura e dell’Arte, di membro onorario della Royal Academy of Music, Premio Wolf per le arti da parte del presidente dello Stato d’Israele e Premio Birgit Nilsson.