Modena group on stalking

Stalking e rischio di violenza” è il nome del progetto di ricerca che è stato affidato all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con l’Istituto di Medicina legale dell’Università di Milano, la Provincia di Modena e le associazioni Centro documentazione donna, La rondine Onlus, Forum donne giuriste.

Per lo sviluppo della ricerca la Presidenza del Consiglio di Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità, ha deliberato la concessione di un contributo di 144.000 euro. La decisione di finanziare la ricerca, è anche un riconoscimento al Modena Group on Stalking, che per primo si è occupato del tema dello stalking in ambito europeo.

La ricerca, sarà coordinata dalla professoressa Laura De Fazio della facoltà di giurisprudenza dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, e rappresenta il primo progetto in Italia che indaga il rischio di violenza associato al fenomeno dello stalking, di cui negli ultimi tempi si sente molto parlare, anche per l’auspicata approvazione anche in Italia della legge, che innalza a reato questo tipo di molestia fino ad ora impunita.

Il rapporto tra stalking e violenza grave, sarà analizzato partendo dallo studio di un’ampia casistica che riguarda i reati di omicidio, tentato omicidio e lesioni, tra i quali saranno selezionati i casi nei quali il delitto, è stato preceduto da molestie assillanti, commesse ai danni di soggetti di sesso femminile. Il progetto come afferma la professoressa Laura De Fazio:

è caratterizzato da una notevole innovatività in quanto si occupa di un problema scarsamente conosciuto come quello dello stalking.

Ed ancora i risultati che si intendono ottenere dalla ricerca:

riguardano una maggiore conoscenza del tema dello stalking con particolare riferimento al rischio di violenza grave, l’individuazione di modelli predittivi validi, l’elaborazione di strategie di prevenzione e la diffusione dei risultati ottenuti ai fini della sensibilizzazione degli operatori. Tra i risultati finali attesi, rientra anche l’elaborazione di un rapporto finale comprendente i risultati dello studio, che potrà essere utilizzato e distribuito presso le istituzioni e le agenzie che sono più direttamente e frequentemente a contatto con situazioni di stalking. Oltre che una pubblicazione scientifica.