miss italia

Un nuovo titolo è previsto per la prossima edizione di Miss Italia, il concorso di bellezza più famoso d’Italia, in programma per settembre: quest’anno sarà premiata anche la ragazza che, iscritta all’università, si mostrerà più capace. Un’iniziativa volta a sottolineare l’importanza della “testa”, oltre che delle belle gambe, perchése non si possiede un solido background – dichiara Luciano Barachini, titolare dell’omonimo marchio e ideatore del premio – si rischia di essere travolti da questo mondo effimero”.

“Miss ragazza in gambissima”: questo il nome del nuovo titolo che sarà conferito durante Miss Italia. In realtà, si tratta di un riconoscimento vecchio, fino adesso assegnato alle gambe più belle. Quest’anno, invece, si rivestirà di un significato nuovo, perché destinato a chi è “in gamba” all’università. L’iniziativa è partita, per l’appunto, dall’azienda calzaturiera toscana Luciano Barachini, sponsor del concorso di bellezza. Alla ragazza più preparata sarà consegnata una borsa di studio e, con essa l’opportunità di partecipare a stage aziendali e a sessioni formative presso l’Università di Pisa.

“Contro la retorica della crisi – spiega Barachini – proponiamo una risposta di tutto rispetto, scegliendo di investire in cultura e formazione”. Ciò offrendo “un’opportunità di realizzazione professionale”  alla miss “in gambissima” , che diventerà così testimonial del famoso marchio di calzature. Piuttosto soddisfatta Patrizia Mirigliani, organizzatrice del concorso di bellezza, che considera questa iniziativa come “una svolta interessante” e “un riconoscimento non di poco conto all’attività portata avanti in questi ultimi anni riguardo alla personalità e alla preparazione delle ragazze”.

La patron di Miss Italia preannuncia altre novità, volte ad agevolare le giovani nel mondo del lavoro. Suo obiettivo è la costituzione di una “Fondazione Enzo Mirigliani”, dedicata al padre defunto, che per anni è stato a capo di una degli appuntamenti più attesi in Italia. Di fatto, tale associazione andrebbe a premiare le ragazze più meritevoli, offrendo loro borse di studio e altre forme di aiuto.