milano città verdi sostenibilità urbana

milano città verdi sostenibilità urbana

A Milano in questi giorni si discute di città verdi, metropoli sostenibili, in contrapposizione con una urbanizzazione e industrializzazione incessante che investe ogni aspetto della vita quotidiana.

Se ne discute in modo amareggiato dagli spalti dei quotidiani con il botta e risposta tra il sindaco di Milano Letizia Moratti, ma anche in modo costruttivo, all’Università di Milano Bicocca, oggi e domani 5 maggio all’interno del convegno intitolato “La metropoli contemporanea”.

Come devono essere le città moderne? Esclusivamente funzionali al loro ruolo, industrializzate e “terziarizzate” oppure è necessario che siano più vivibili, più vicine all’uomo, attraverso una riconversione almeno di alcune zone in aree “protette” e verdi? Quale sarà l’impatto su Milano e Hinterland dell’expo 2015?

Questi sono i temi principali di questi convegni che si realizzano in giorni di aspre polemiche.

“In omaggio ad Abbado gli impegni che ho preso li ho mantenuti e li mantengo”, spiega il sindaco Letizia Moratti, parlando dei 90 mila alberi promessi al maestro per il suo ritorno alla Scala.

Ma dopo la rottura con Renzo Piano, per il progetto che quegli alberi avrebbe dovuto distribuire in città, la Moratti è molto dura: “Sono amareggiata – ha raccontato – il progetto di Renzo Piano non era un regalo. Ci è stato chiesto di pagarlo un milione di euro e io, per regola del Comune, devo fare dei bandi di gara”.

Anche di questo si discuterà nella due giorni di conferenze ed eventi all’Università di Milano-Bicocca. La manifestazione “La metropoli contemporanea”, attraverso la partecipazione di diversi esperti del settore, cercherà infatti di dare un nuovo respiro ai problemi attuali della sostenibilità urbana.

E’ possibile consultare il programma delle due giornate, suddivise nei due temi principali dei cambiamenti sociali e delle città verdi e agricoltura.