medicina classifica facoltà censis 2010

medicina classifica facoltà censis 2010

Sono l’Università di Padova, l’Università di Perugia, e la Bicocca di Milano ad offrire le tre migliori facoltà di Medicina e Chirurgia quest’anno secondo la classifica delle facoltà Censis 2010. Prima fra tutte, con un punteggio medio di 100,3, l’Università di Padova che sale di tre posizioni rispetto allo scorso anno. Il voto più alto per la facoltà di Medicina dell’ateneo veneto va alla ricerca (109), bene anche i rapporti internazionali (100), e poi 97 alla produttività e 95 alla didattica.

Al quarto e quinto posto della classifica delle facoltà Censis 2010 troviamo l’Università di Udine, con un punteggio medio di 97,5, e la Federico II di Napoli, con un punteggio medio di 96,3.

Tra le università della capitale, la facoltà di Medicina I della Sapienza si piazza al sesto posto con un punteggio medio di 94,8, avanzando di 5 postazioni rispetto alla classifica delle facoltà di Medicina del 2009, dove arrivava undicesima. Perde quota invece la seconda facoltà di Medicina e Chirurgia della Sapienza che si piazza all11° posto rispetto al 9° dello scorso anno. Al 14° posto troviamo poi Tor Vergata, che conferma la posizione del 2009.

A seguire, dopo la sesta classificata, troviamo le facoltà di Medicina di Statale Milano, Verona, Firenze, Torino, Modena-Reggio, Bologna Pavia, Piemonte Orientale, Siena. Ancora più infondo nella classifica delle facoltà Censis 2010, Brescia, Trieste, Seconda Università di Napoli (sede di Caserta), e poi ancora nell’ordine Ferrara, Genova, Catania, Ancona, Cagliari, Messina, Palermo, Parma, Sassari, Chieti, Catanzaro, Bari, Insubria.

Ultime della classifica delle facoltà Censis 2010 le facoltà di Medicina di Università del Molise, Foggia e Pisa, che occupano gli ultimi tre posti.

L’identikit del laureato in medicina. Secondo quanto confermano i dati diffusi da Almalaurea nel profilo dei laureati 2009, lo studente di medicina è donna (circa il 60 per cento degli studenti di medicina sono donne), con alle spalle il più delle volte un diploma di istituto tecnico o scientifico, e che nella maggior parte dei casi riesce a dare gli esami nei tempi richiesti, quasi l’80 per cento degli studenti di medicina infatti è in corso.

Sbocchi lavorativi. Le facoltà di Medicina e Chirurgia includono una vasta gamma di corsi di laurea che vanno dalla Medicina e chirurgia, a Odontoiatria e protesi dentaria, fino alle Professioni sanitarie che sono tra le lauree più richieste dal mercato del lavoro. Gli ambiti lavorativi a cui questi corsi fanno riferimento sono quelli pubblici e privati del sistema sanitario.