Lettere e Filosofia

La migliore facoltà di Lettere e Filosofia? Per il 2011 la palma d’oro va all’Università di Udine, che nella classifica Censis Repubblica balza dal settimo posto dello scorso anno e scalza dal trono l’Università di Siena, leader invece nella classifica delle facoltà di Giurispridenza. La distanza tra i due atenei però è minima, con Udine che fa segnare un punteggio di 97,8 e Siena che si è fermata a 97,6. L’ateneo friulano si è aggiudicato il titolo per la migliore facoltà di Lettere e Filosofia soprattutto grazie all’ottimo punteggio ottenuto nella didattica, 105, e nella produttività, 102.

Il corso di laurea presieduto da Andrea Tabarroni conta su un rapporto docenti/studenti di 17 a uno e l’offerta per i 1.422 iscritti è varia: dal Lettere al Dams passando per Conservazione dei beni culturali e Scienze e tecniche del turismo culturale, e per le lauree magistrali l’elenco si articola ulteriormente.

 

Migliore il risultato ottenuto da Lettere e Filosofia di Siena (dove gli iscritti sono 3.764) in termini di produttività, con 108 punti, ma la performance della didattica (97) ha favorito Udine. Per ricerca e rapporti internazionali l’università friulana fa registrare 98 e 86 punti, quella toscana invece rispettivamente 89 e 96. Terza posizione per l’Università di Padova con 97,3 punti, seguita da Macerata con 97,2. Sotto i 97 punti Modena-Reggio Emilia e, a scendere, Perugia, Venezia, Pavia, Trento e Bologna.

Penalizzati come al solito i grandi atenei. A metà classifica, Roma tre si piazza al 20esimo posto preceduta da Torino perdendo quattro posizioni rispetto al 2010, Milano passa dal 21esimo al 23esimo posto e l’Orientale di Napoli guadagna una posizione e passa al 25esimo posto dopo Ferrara. Gradino numero 30 per la Federico II, numero 34 per La Sapienza e 37 per Roma Tor Vergata. In coda, a parte L’Aquila non valutata, c’è l’Università di Palermo alla posizione numero 40 preceduta da Catania e Cagliari.