Professioni sanitarie

I corsi di Laurea afferenti all’ambito delle Professioni Sanitarie fanno parte della facoltà di Medicina e Chirurgia e sono suddivisi in quattro classi:

  • L/SNT1 – Professioni Sanitarie Infermieristiche e Professione Sanitaria Ostetrica;
  • L/SNT2 – Professioni Sanitarie della Riabilitazione;
  • L/SNT3 – Professioni Sanitarie Tecniche;
  • L/SNT4 – Professioni Sanitarie della Prevenzione.

L’obiettivo di base è  formare professionisti capaci di svolgere con autonomia importanti attività correlate al mondo della medicina e della chirurgia ma esistono obiettivi formativi specifici per ogni corso di laurea appartenente all’ambito delle Professioni Sanitarie.
I laureati dovranno possedere capacità conformi alle direttive ministeriali da acquisire mediante un’adeguata formazione sia teorica che pratica, immediatamente spendibile nel mondo del lavoro.

I corsi di Laurea in Professioni Sanitarie sono numerosissimi (oltre 400), distribuiti in circa 40 Università italiane, per cui ne citeremo solo alcuni a titolo di esempio.

Alla prima classe appartengono corsi quali Ostetricia e Infermieristica che è possibile studiare in quasi tutti gli Atenei, alla seconda invece afferiscono i Corsi di Laurea in Logopedia o Fisioterapia (presenti ad esempio a  Firenze, Napoli e Bari).

Tra le professioni sanitarie tecniche troviamo il corso di laurea in Radiologia o quello in Igiene Dentale (a Genova o a Milano) mentre all’ultima classe appartengono i corsi di Tecniche della prevenzione negli ambienti di lavoro (a Roma, Siena, Sassari) e Assistenza Sanitaria (nelle Università di Brescia e Cagliari).

Buona parte delle discipline di base sono condivise a livello nazionale da tutti i Corsi di Laurea in Professioni Sanitarie e  rientrano nel ramo scientifico, medico e biologico (es: anatomia, biochimica, istologia)  mentre le materie caratterizzanti si differenziano definendo in maniera sempre più dettagliata il percorso prescelto. In un corso si darà dunque la priorità all’igiene dentale piuttosto che alle malattie della vista o alla ginecologia. A completare il quadro contribuisce infine lo studio di discipline che preparino lo studente di Professioni Sanitarie al delicato ambito del rapporto con il paziente.

L’accesso a tutti i corsi di laurea che abbiamo citato è a numero programmato, stabilito dalle autorità competenti in base alle risorse umane e strutturali a disposizione della Facoltà. Le modalità di accesso invece sono uguali in tutti gli Atenei e rispettano la normativa ministeriale.
Se è valido dunque un qualsiasi diploma di scuola media superiore, l’iscrizione ai Corsi di Laurea in Professioni Sanitarie avviene previo superamento di un test d’ammissione. La prova d’accesso è predisposta da ogni Università ed è comune a tutti i Corsi di Laurea dell’Ateneo afferenti alle classi delle Professioni Sanitarie, pertanto è consentito allo studente indicare fino ad un massimo di tre opzioni in ordine di preferenza. L’esame consiste nella soluzione di 80 quesiti a risposta multipla suddivisi in quattro gruppi: Logica e Cultura Generale, Biologia, Chimica, Matematica e Fisica.

Tutti i corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie hanno durata triennale e prevedono il conseguimento di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU) suddivisi in semestri. Il percorso didattico si articola in lezioni, seminari, prove individuali o di gruppo, simulazioni ed esercitazioni. Particolare importanza riveste l’attività di tirocinio che costituisce la fondamentale parte di attività formativa pratica, guidata da tutor professionali in conformità alla norme europee più avanzate.

Ogni corso di Laurea delle Professioni Sanitarie abilita automaticamente il laureato alla professione prescelta. La prova finale infatti ha anche valore di Esame di Stato organizzato su base nazionale in due sessioni che prevedono la dimostrazione di abilità pratiche e la discussione di un elaborato di tesi redatto dallo studente sotto la supervisione di un relatore.

I laureati in Professioni Sanitarie possono svolgere la propria attività professionale in strutture sanitarie (pubbliche o private) o scegliere di proseguire il proprio percorso formativo mediante Master di primo livello e lauree specialistiche.

Ecco nel dettaglio dove prendere una laurea delle Professioni Sanitarie: