tifose squadra di basket della Kansas University postano foto dei loro seni sul web

Come ogni ateneo americano che si rispetti, la Kansas University ha una squadra di basket, ma da qualche tempo a far parlare di sé non sono solo i cestisti in campo. Ad essere al centro dell’attenzione al momento, infatti, sono le tifose del team. Perché? Per il loro modo di incitare gli atleti, postando foto dei propri seni in abbondanza su Twitter.

Sembra che nelle ultime ore sul popolare social network si sia scatenata una vera e propria mania. In poco tempo Twitter si è popolato di immagini postate dalle giovani studentesse, tanto affezionate alla squadra di basket della Kansas University da non farle mai mancare il proprio sostegno, nemmeno sul web. Invece dei soliti slogan di incoraggiamento, però, questa volta la vicinanza alla squadra si esprime attraverso scatti decisamente poco ‘castigati’ in cui fanno bella mostra di sé i seni, più o meno scoperti, delle giovani (e avvenenti) tifose. Il fenomeno si è rapidamente diffuso in maniera virale sulla Rete a partire dall’account Twitter @KUboobs, che l’ha originato, fino alla creazione di una pagina Facebook apposita.

La Kansas University, però, ha subito preso le distanze e forse ben presto l’account dovrà chiudere. Per il momento, l’ateneo ha ingiunto di segnalare ben in vista che non esistono legami di alcun genere con l’università, in modo da evitare che se ne sfrutti il nome per produrre merchandising non autorizzato targato ‘KU’. Questo perché, sulla scia del clamore suscitato dalle foto dei seni delle tifose della squadra di basket, è fiorito un commercio on line di gadget, braccialetti e quant’altro con il marchio dell’ateneo, al quale però la Kansas University è del tutto estranea.

Nel frattempo, per il timore di non poterlo più fare in futuro, in molte si stanno affrettando a postare le proprie foto con décolleté in vista sui social network e l’account è diventato uno di quelli più seguiti dell’Università del Kansas, tanto che per scongiurare l’ipotesi della sua chiusura si sta diffondendo l’hashtag #saveKUboobs.