Job&Orienta

L’occupazione cala e soprattutto tra i giovani. L’università, in questi giorni in forte agitazione, non sempre propone un’offerta formativa all’altezza delle esigenze di un mercato in difficoltà e allo stesso tempo in evoluzione.

L’edizione numero 20 di Job&Orienta, salone internazionale dedicato proprio alla formazione e all’orientamento al lavoro, entra nel vivo di queste questioni e mette in vetrina le job opportunity e le migliori esperienze in campo di orientamento alla formazione e al lavoro.

Anche Universita.it prende parte alla prestigiosa kermesse alla Fiera di Verona, presentando la nuova veste del portale e i numerosi servizi offerti: dalle consuete sezioni news e bandi, potenziate nel numero e nella veste grafica, a novità come la possibilità di rivolgere domande all’esperto e altre rubriche utili.

Il ruolo di iniziative come Job&Orienta è ancora più evidente se si considera che i giovani nel nostro Paese trovano il primo impiego mediamente all’età di 22 anni, mentre in Germania, ad esempio, si comincia a 16,5 anni. Ancora pochissimi anche i ragazzi che affiancano lavoro e studio, mentre nella fascia 15-29 anni in 21% non studia né lavora.

Inaugurando il salone, il ministro delle Politiche sociali Maurizio Sacconi ha criticato i corsi di laurea non spendibili sul mercato del lavoro, perché frutto della “fantasia creativa” di docenti che devono giustificare le proprie cattedre, ma ha anche sottolineato l’importanza dell’apprendistato, che nasce soltanto se l’università si apre maggiormente all’impresa.