Istella motore di ricerca di Tiscali e Universita di Pisa

Uno strumento di ampliamento e approfondimento della conoscenza e che non sia solo un’alternativa ai sistemi già esistenti. Questo l’obiettivo di Istella, il nuovo motore di ricerca di Tiscali – tra i cui partner tecnologici figurano l’Università di Pisa, il CNR, l’Internet Memory Foundation e Dell – che è stato presentato a Roma da Renato Soru, amministratore delegato della compagnia telefonica sarda.

Lo scopo principale di Istella è di sistematizzare, far conoscere e condividere il patrimonio culturale italiano. Per far ciò, si è curata particolarmente l’indicizzazione del web italiano, che consta 3 milioni indirizzi e 3 miliardi di pagine, per un totale di 180 terabytes di dati. Nel tempo il nuovo motore di ricerca si occuperà anche degli archivi editoriali che fino ad ora sono rimasti ‘nascosti’ e che non sono ancora stati indicizzati.

Attenzione è stata posta anche ai crowd contents, che saranno uno dei fattori di crescita per il motore di ricerca targato Tiscali. Gli utenti potranno infatti caricare gratuitamente documenti, immagini, video e file audio di interesse comune, rendendoli immediatamente disponibili in rete e indicizzati da Istella per essere ricercati più facilmente. Gli utenti che useranno il motore di ricerca, inoltre, non saranno sottoposti a profiling facendo sì che i risultati siano obiettivi e non influenzati dalle ricerche precedenti.

Istella nasce dopo un intenso programma di sviluppato portato avanti grazie al supporto scientifico di un gruppo di docenti e ricercatori del dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa. “La collaborazione con l’ateneo pisano – spiega Renato Soru – ha per Tiscali un significato molto speciale sia per il prestigio dell’università, che per il legame che da anni ci unisce in una consolidata esperienza comune”. Istella arriva infatti da un lavoro comune sulle ricerche in Internet tra la compagnia telefonica sarda e l’università toscana.

A suggellare questa collaborazione, il rettore dell’Università di Pisa, Massimo Augello, aggiunge che i rapporti tra le due realtà sono nati e si sono sviluppati su una base comune. “Tiscali è una grande azienda italiana cresciuta sulla capacità di offrire servizi tecnologicamente innovativi; Pisa è l’università che ha visto nascere il primo corso di laurea e il dottorato italiano in Informatica ed è uno dei centri d’eccellenza in campo nazionale e internazionale” sono state le parole di Augello.