ingegnere quarantenne causa padre mantenimento

ingegnere quarantenne causa padre mantenimento

Ha fatto discutere la notizia diffusa ieri dai principali quotidiani nazionali, di un ingegnere di quarant’anni, in salute, che ha avviato una procedura legale per continuare ad essere mantenuto dal padre. Il quarantenne pretende da quest’ultimo, affermato chirurgo in buonissime condizioni economiche, la cifra di duemila euro mensili, più cinquantasettemila euro di arretrati.

Il Tribunale di Milano, a cui il quarantenne si è rivolto in un primo momento, ha respinto la domanda. Allora l’ingegnere ha fatto ricorso contro il verdetto del giudice e si è rivolto alla Corte d’Appello di Milano. Ma anche qui è stata confermata la sentenza del giudice: a quarant’anni, e con una laurea, non è più tempo di farsi mantenere dai genitori.

Tuttavia, l’ingegnere non si è arreso e ha deciso di rivolgersi alla Cassazione, scatenando per l’ennesima volta le polemiche sui “bamboccioni” come fenomeno tutto italiano.