gli indiani d'america sono originari della russia

C’è un filo rosso che collega gli indiani d’America e il più acerrimo nemico – almeno fino a qualche decennio fa – degli Stati Uniti. Una ricerca appena pubblicata sulla rivista Genome Research dai genetisti delle università di Perugia e Pavia ha infatti svelato che le popolazioni indigene americane erano originarie dell’attuale Russia. Era un fatto già noto da tempo che i primi abitanti del continente americano provenissero dall’Asia, ma il recente studio è riuscito a stabilire con più precisione l’area dalla quale, tra i 15 e i 18mila anni, queste popolazioni sono partite.

La scoperta è stata possibile attraverso l’analisi del DNA dei mitocondri. Queste cellule in passato hanno avuto scarsa considerazione, ma nel tempo sono diventate oggetto di studio da parte degli scienziati, in quanto il loro genoma può essere definito come una sorta di orologio biologico della specie umana. Proprio tramite i mitocondri i ricercatori hanno potuto ricostruire il percorso degli antenati degli indiani d’America che dalla Russia attraversarono lo stretto di Bering, allora in parte prosciugato e facilmente percorribile a piedi.

Le mutazioni del DNA mitocondriale, che avvengono con una frequenza di circa una ogni 3mila anni, raccontano infatti quella che è la storia della specie. La trasmissione del genoma mitocondriale avviene per via materna e i marker della sua sequenza si sono rivelati molto utili per risalire ai più antichi antenati degli indiani d’America. Nella loro ricerca, gli scienziati hanno preso in esame 63 genomi mitocondriali provenienti da tutto il continente americano, concentrandosi in particolare su una linea filogenetica finora poco studiata, la C1d. In questo modo i ricercatori hanno scoperto che la linea in questione era tra quelle che per prime, tra i 15 e i 18mila anni fa, arrivarono nelle Americhe.

Così si è potuta ricostruire l’origine delle prime popolazioni che si insediarono nel Nuovo Mondo, scoprendo che provenivano dall’attuale Russia. Gli indiani d’America, quasi completamente sterminati dai colonizzatori europei, hanno quindi molto in comune con i sovietici, che ai tempi dell’URSS e della Guerra Fredda gli statunitensi hanno strenuamente combattuto. E di certo, sia in un caso che nell’altro, questi popoli hanno fatto la fortuna del cinema hollywoodiano.