certificazione di lingua inglese

Studiare all’estero rappresenta un’opportunità per irrobustire il bagaglio personale, culturale e linguistico. Per l’iscrizione ai corsi attivati dalle università straniere viene richiesta di norma una conoscenza adeguata della lingua madre del paese, testimoniata da un certificazione linguistica che dimostri il livello di conoscenza scritta e parlata del candidato.

Vi sono diversi istituti che attivano corsi e relativi test per certificare il livello di conoscenza linguistica dell’inglese. I più noti sono l’University of Cambridge ESOL Examinations, per l’inglese britannico, e l’ETS – Educational Testing Service – per quello americano.

Anche se la globalizzazione ha portato ad una maggiore elasticità in merito, le varie certificazioni non vanno bene per qualsiasi paese. Ad esempio, le università americane hanno una preferenza per certificazioni come il TOEFL (Test of English as a Foreign Language), mentre quelle inglesi per le certificazioni Cambridge ESOL (English for Speakers of Other Languages).

Cambridge ESOL

Sono tra i più importanti attestati internazionali di lingua inglese e sono suddivisi in vari livelli (A2, B1, B2, C1, C2) che corrispondono ai livelli del sistema CEF (Common European Framework). Sono esami che non hanno una scadenza, mirano a comprovare la conoscenza generale dell’inglese e consistono in cinque prove: lettura, scrittura, uso dell’inglese, ascolto, lingua parlata.

Per essere ammessi in un’università straniera (vale anche per stage e tirocini all’estero) bisogna aver ottenuto almeno il livello C1 – grado A che corrisponde all’esame CAE (Certificate in Advanced Engllish), mentre per il livello C2 (Proficiency) basta anche il grado B.

Il CAE – Certificate in Advanced English – corrisponde ad un livello avanzato, ovvero il C1 del Quadro Comune Europeo del Consiglio d’Europa. Superare questo esame è la riprova che si ha la capacità di utilizzare efficacemente la lingua e una certa sicurezza in situazioni sociali e professionali, oltre che nell’educazione superiore. Il Cambridge Certificate of Proficiency in English (CPE) costituisce, invece, il livello più alto (C2) degli esami Cambridge ESOL.

Entrambi gli esami vengono riconosciuto dalla maggior parte delle università del Regno Unito e da molte università statunitensi, ma anche dalle aziende in tutto il mondo. I candidati che li hanno superati sono, infatti, in grado di partecipare a riunioni, esprimere chiaramente le proprie opinioni, redigere e comprendere testi di vario genere, comprese lettere e relazioni di affari. Riescono, inoltre, a capire e utilizzare differenti registri di inglese, a seconda delle situazioni.

L’iscrizione al CAE avviene nei mesi di marzo, giugno o dicembre. Quella al CPE nei mesi di giugno e dicembre di ogni anno. Per iscriversi occorre contattare un centro di esami autorizzato almeno 10 settimane prima della prova.

TOEFL IBT

Il TOEFL IBT (Internet-based Testing) è un esame di American English accademico e quindi specifico per l’ammissione all’università, amministrato dall’organizzazione statunitense Educational Testing Service (ETS). Viene richiesto per l’ammissione alle università e ai master di Nord America (Canada e Stati Uniti) e Australia, ma va bene anche per il Regno Unito.

A differenza degli esami Cambridge ESOL, il TOEFL ha una scadenza e i risultati rimangono validi solo per due anni dalla data dell’esame. Allo scadere dei due anni occorre sostenere nuovamente l’esame. Il TOEFL, inoltre, non è a livelli come il Cambridge ESOL, ma a punteggi. È possibile iscriversi online, non è necessario seguire dei corsi e ci si prepara su libri come il Barron’s. Le prove da superare sono 4: Listening, Reading, Speaking, Writing.

I Toefl Test centers sono disponibili in varie città e si può sostenere l’esame in diversi giorni del mese. Le sedi disponibili e le date utili si possono trovare nel sito della ETS. Gli scores sono normalmente disponibili on-line nel sito dell’ETS, 15 giorni dopo aver sostenuto l’esame.

TOEIC

Creato nel 1979 su richiesta del Ministro giapponese per l’Industria e il Commercio Internazionale (MITI), il TOEIC (Test of English for International Communication), così come il TOEFL, è stato elaborato dall’ETS.

Come gli altri test, valuta l’attitudine di persone non madrelingua a comunicare in inglese in un contesto professionale o in situazioni di scambio internazionale. Le domande sono, pertanto, basate su esempi di vita pratica o situazioni professionali: incontri, viaggi, interviste, conversazioni telefoniche, etc. I test sono due: Listening & Reading e Speaking & Writing iBT.

L’aspetto interessante del TOEIC è che può essere sostenuto ovunque e in qualunque momento: internamente nel posto di lavoro, di formazione o di studio, in sessioni aperte in tutta Europa, in centri di formazione autorizzati e negli uffici dei rappresentanti TOEIC. Le date di iscrizione sono presenti sempre sul sito dell’EST. Le correzioni vengono effettuate in 10 giorni lavorativi.

IELTS

Lo IELTS in Italia è amministrato dal British Council (Napoli, Roma, Bologna, Milano) ed è ufficialmente riconosciuto in Regno Unito, Australia, Canada, Irlanda, Sud Africa, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Ne esistono due versioni: General Training, ideale per chi fa il test a scopo di studio non universitario, professionale o di immigrazione e la Academic, adatta a chi ha vuole frequentare un’università o un master in un paese anglofono, perché prevede prove più difficili per le prove di lettura e scrittura.

Come per il TOEFL, anche per il TOEIC non è necessario seguire un corso, ma in vista delle date d’esame (ce n’è una al mese) vengono organizzati dei corsi intensivi di preparazione al test.
Le sezioni del test sono quattro: Speaking, Listening, Reading e Writing. In genere nelle università è richiesto il livello 7, ma può variare da caso a caso.

Forse ora avrete ancora più confusione? Probabile. Don’t worry! Scegliete semplicemente in base alla certificazione richiesta dall’università, alle tempistiche e allo scopo. Incrociando queste tre variabili dovreste trovare il test che fa per voi!