Sottosegretari Governo Monti

Dopo la carica dei “prof ministri” anche i “prof sottosegretari”. La nuova squandra di 25 sottosegretari e tre viceministri che supporterà i ministri del governo Monti comprende altre “reclute” pescate dalle aule universitarie.

Maria Cecilia Guerra, il nuovo sottosegretario al ministero del Lavoro, delle Politiche sociali e delle Pari opportunità, è direttore del dipartimento di Economia politica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Il viceministro all’Economia Vittorio Grilli a un passato da professore tra Yale e la University of London. Michael Martone, il giovane (per i canoni italiani) viceministro al Lavoro e alle Politiche sociali, insegna all’Università di Teramo, alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e alla Luiss di Roma. Il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento Giampaolo D’Andrea insegna Storia all’Università della Basilicata.

Carlo Malinconico, sottosegretario all’Editoria, è professore ordinario di Diritto dell’Unione europea presso l’Università di Roma Tor Vergata. Uno dei sottosegretari all’Interno, Saverio Ruperto, è docente alla facoltà di Scienze politiche alla Sapienza di Roma. Salvatore Mazzamuto, sottosegretario alla Giustizia, ha insegnato Istituzioni di Diritto Privato all’Università di Palermo ed è stato preside della Facoltà di Giurisprudenza della stessa università; il suo “colleg” Andrea Zoppini è docente all’Università di Roma3.

All’Economia c’è Gianfranco Polillo, docente di Economia dei mercati monetari e finanziari presso l’Università La Tuscia di Viterbo e Politica economica e finanziaria presso la facoltà di scienze politiche dell’Università di Napoli Federico II.

Il sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti è professore di Economia Politica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma La Sapienza, dove è stato Coordinatore dal 2001 al 2004 del Dottorato di ricerca in Economia Politica. Insieme a lui c’è Massimo Vari che ha svolto attività di insegnamento presso la Scuola Superiore della pubblica amministrazione,  all’Università di Roma Tor Vergata e alla Luiss.

Anche Franco Braga, sottosegretario alle Politiche Agricole è docente alla Sapienza, alla Facoltà di Architettura. Guido Improta, vicino a Francesco Rutelli, è diventato sottosegretario alle Infrastrutture, Adelfio Elio Cardinale, medico radiologo all’università di Palermo, alla Salute.

Palermitano, medico radiologo, è stato preside della Facoltà di Medicina di Palermo fino all’anno scorso ed è vice presidente dell’Istituto superiore di sanità, il nuovo sottosegretario alla salute, Adelfio Elio Cardinale. Roberto Cecchi, sottosegretario alla Cultura, ha svolto inoltre attività didattica universitaria nel settore del Restauro architettonico, prima all’Universita’ Iuav di Venezia, e successivamente alla facoltà di Architettura Valle Giulia dell’Università degli Studi La Sapienza di Roma.

Infine sono insegnati, ma non universitari, come il neoministro Profumo, i due sottosegretari all’Istruzione. Elena Ugolini, docente e preside di liceo, ha seguito il lavoro di predisposizione delle prove di italiano e matematica per la prova nazionale inserita all’interno dell’esame di stato della secondaria di primo grado, la realizzazione della prova e la restituzione dei dati alle scuole. Nell’Ottobre 2008 viene nominata dal ministro Mariastella Gelmini membro del Comitato di Indirizzo dell’Invalsi.

Marco Rossi-Doria è invece maestro elementare dal 1975 e con il progetto Chance, dal 1994 al 2006 è stato maestro di strada nei Quartieri Spagnoli di Napoli. In passato è stato distaccato presso il ministero della Pubblica istruzione e segue per vari enti il tema dell’esclusione sociale e dei ragazzi in difficoltà e della dispersione scolastica. Per entrambi i sottosegretari ci si aspetta un forte lavoro sull’istruzione primaria e sulle politiche contro il disagio, mentre ai ministro Profumo dovrebbe concentrare il suo lavoro soprattutto su università e ricerca.