James Dyson Award 2013 per giovani designer

La Fondazione James Dyson cerca designer, ingegneri e problem solver per partecipare al James Dyson Award 2013. Il compito? Progettare qualcosa che risolva un problema. Il premio? 30mila sterline al vincitore e 10mila al dipartimento universitario da cui proviene. Scadenza per la presentazione dei progetti: 1 agosto 2013.

Il James Dyson Award è un premio internazionale dedicato al design istituito dalla James Dyson Foundation, l’ente di beneficenza di James Dyson, designer industriale britannico, meglio conosciuto come l’inventore di Dual Cyclone, l’aspirapolvere senza sacchetto, nonché fondatore della Dyson.

Con la sua fondazione, James Dyson, vuole ispirare le nuove generazioni di progettisti, incoraggiandoli a mettersi in gioco per cercare soluzioni che migliorino la vita delle persone, a tentare tante strade, finché non si imbocca quella giusta. “Nel design e nella tecnologia – afferma il designer britannico – bisogna pensare in grande; creare e far diventare le idee realtà. E quando le cose non vanno come dovrebbero, bisogna imparare dagli errori”.

Il James Dyson Award è dedicato a studenti di design e ingegneria, provenienti da 18 Paesi. Al vincitore andrà un premio di 30mila sterline per sviluppare l’invenzione, mentre altre 10mila andranno al dipartimento universitario. Sempre 10mila sterline saranno assegnate ai due secondi classificati e 2mila ai vincitori di ogni Paese.

Ad assicurarsi il James Dyson Award 2012 è stato il britannico Dan Watson, inventore di SafetyNet, una rete da pesca con “uscite di sicurezza”, che consentono ai pesci piccoli e invendibili di scappare attraverso le maglie. Grazie all’innovativa rete il numero di pesci catturati inutilmente a causa della loro dimensione ridotta o del fatto di essere della specie sbagliata, si dovrebbe così abbassare del 50 per cento. Watson, laureato al Royal College of Art, è attualmente impegnato nel test finale del prodotto in mare ed è già in trattative con alcune aziende per il primo lotto di produzione.

L’australiano Edward Linacre è stato, invece, il vincitore del 2011. Ispirato dai gravi problemi di siccità nel suo Paese, Linacre ha inventato Airdrop, un sistema di irrigazione a basso costo, autoalimentato, che potrebbe essere il rimedio per la coltivazione di raccolti nelle regioni aride. Per progettare Airdrop Linacre ha preso spunto dalla natura, studiando un piccolo coleottero del Namib che riesce a sopravvivere con 1 solo cm di acqua all’anno, trattenendo la rugiada che si posa al mattino sulla pelle idrofila della schiena.

La competition per il James Dyson Award 2013 è stata lanciata il 14 marzo. Le adesioni si chiudono il 1° agosto. Chi sarà il prossimo vincitore?