Gelmini e il tunnel dei neutrini

Neutrini, questi sconosciuti. Secondo il ministro Gelmini sarebbe stato costruito un tunnel lungo 730 chilometri per vederli battere la velocità della luce. Più o meno la stessa velocità a cui sta viaggiando in rete la gaffe scientifica contenuta nel comunicato diffuso dal Ministero: “Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro”.

Peccato che l’unico tunnel sotto al Cern sia il famoso Lhc, l’acceleratore di particelle, lungo solo 27 chilometri. Da lì i neutrini sono solo stati “sparati” per poi propagarsi attraverso la roccia.

E i commenti si sprecano. “Einstein è vivo. Maxwell pure. È la Gelmini che non si sente tanto bene…” è il titolo del post con cui Marco Cattaneo commenta la dichiarazione nel suo blog su Le Scienze: “La notizia bomba, invece, quella passata sotto traccia fino a poco fa, è che l’Italia – con la pur marginale collaborazione dell’Europa – ha costruito in men che non si dica un’opera faraonica, altro che la TAV”.

E nonostante la brevità, il comunicato diffuso dal ministero contiene un altro passaggio che si presta al dileggio della comunità scientifica in rete. “Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo” avrebbe dichiarato Gelmini secondo la nota, che lascia immaginare uno scatto 100 metri al fotofinish tra fotoni e neutrini. “Ma contro chi? E cosa avremmo vinto?” si chiedono Dino Amenduni e Roberto Anglani su La Valigia Blu, insieme a molti altri in rete.

Su Facebook i commenti impazzano, ma è su Twitter che il #tunnelgelmini è già diventato un tormentone. “Ma per uscire dal #tunnelGelmini apriranno delle comunità?” si chiede Mary, “Il ministero rilancia: collegheremo il #tunnelgelmini a quello sotto la Manica, per collegare l’Abruzzo a Londra!” scrive Martin. E c’è anche chi lancia una proposta per il weekend: “Chi viene a fare una gita a lugano? tanto c’è il tunnel #tunnelgelmini”.