Ministro Gelmini

Il Ministro Gelmini intervenuta in giornata ai microfoni di Radio24, ha dichiarato che gli atenei godono di un’autonomia malata. Secondo il Ministro infatti, come già affermato nei giorni scorsi, è importante che il cambiamento in atto del sistema università coniughi l’autonomia con la responsabilità degli atenei.

Di fatto oggi questo collegamento è del tutto assente, per questo il Ministro l’ha definita autonomia malata.

Ciò a cui si assiste oggi è una pseudo autonomia in cui, come ha affermato il Ministro “ciascuno fa un pò quello che vuole, non risponde dei risultati, che siano buoni o cattivi, e si limita a chiedere più soldi nel fondo di finanziamento statale”.

Con il ddl si intende coniugare l’autonomia, che va rispettata, con la responsabilità e con la trasparenza nell’utilizzo delle risorse. In sostanza tutti gli atenei devono usare il denaro pubblico in maniera responsabile e nella più totale trasparenza. Le singole università devono adottare una gestione trasparente e rispondere dei risultati, per questo “i bilanci devono essere formulati non facendo il passo più lungo della gamba, ma valutando risorse e scegliendo priorità”.