fondazione sud contro fuga cervelli

fondazione sud contro fuga cervelli

Dalla Fondazione per il Sud arrivano 2,1 milioni di euro per il finanziamento di sei progetti per contrastare il fenomeno della “fuga dei cervelli” dal meridione.

Le iniziative coinvolgono cinque atenei: l’Università degli Studi della Basilicata, l’Università degli Studi di Foggia, l’Università degli Studi di Salerno, l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, l’Università del Salento.

Le attività previste dai progetti sono attività di formazione al lavoro, e riguardano diversi settori: dal monitoraggio ambientale al settore delle biotecnologie mediche, dal comparto agroalimentare alla ricerca e innovazione aziendale, dall’impresa sociale ai beni confiscati alle mafie.

“I progetti coinvolgono tutte e sei le regioni meridionali (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) e circa 50 soggetti diversi, in partnership qualificate e rappresentative” spiegano gli ideatori del programma che si pone come obiettivo principale quello di invogliare i giovani talenti a non scappare dal Mezzogiorno.

Per ogni progetto – a cui andrà in media un finanziamento di 350 mila euro – è stato nominato un garante dei talenti, vale a dire un’organizzazione che dovrà individuare strategie efficaci per l’occupazione delle eccellenze coinvolte.

Per i dettagli, è possibile consultare l’elenco completo dei progetti.