Noi siamo il 99 per cento

L’hanno “inventata” gli indignati la frase più celebre dell’anno 2011: quel “Noi siamo il 99%” che dagli attivisti di Occupy Wall Street ha fatto il giro del mondo a sottolineare come le scelte che hanno condotto ala crisi globale siano opera di quell’1 per cento di “potenti” tant avversato dai movimenti anti-finanza. La scelta fa il paio con la decisione del Time di dedicare la copertina sulla persona dell’anno il manifestante, “the protester”.

Così il motto degli indignati è finito in cima alla lista del “Book of Quotations“, le citazioni che nel corso dell’anno hanno avuto più successo, redatto dalla prestigiosa Yale University. È stato nel 2006 il bibliotecario Fred Shapiro a lanciare l’idea di un libro delle citazioni tra cui scegliere la più rappresentativa e diffusa dell’anno.

Ma oltre alla frase degli indignati, il podio delle citazioni premiate da Yale nel 2011 riporta al secondo posto un’affermazione di Elizabeth Warren, economista, docente ad Harvard e a capo di una Authority federale di controllo sui prodotti finanziari. “Non c’è nessuno in questo Paese che è diventato ricco da solo – recita a frase – Hai costruito una fabbrica là fuori, buon per te! Ma voglio essere chiara. Tu sposti le tue merci sul mercato su strade pagate da noialtri. Assumete lavoratori educati a spese di noi tutti. Siete sicuri nella vostra azienda grazie alle forze dell’ordine e ai vigili del fuoco pagati dalla collettività.

Terza classificata l’altrettanto interessante affermazione del miliardario Warren Buffet, noto come l’oracolo di Omaha. “I miei amici ed io – ha dichiarato – siamo stati coccolati abbastanza a lungo da un Congresso amico dei miliardari”.

Insomma, la frase degli indignati premiata dalla Yale University è in ottima compagnia. Tutto il “podio” del Book of Quotations è in qualche modo riconducibile alla protesta contro gli squilibri economici e il potere eccessivo della grande finanza. Anche grazie alla Yale University, infatti, gli indignati stanno cercando di rilanciare il movimento Occupy Wall Street sgomberato di recente da Zuccotti Park e che è tornato a marciare ieri per le strade di New york. Insomma, il 99 per cento non si ferma alle parole.