firenze campus universitario studenti cinesi

Firenze ospiterà un campus universitario per studenti cinesi: sarà la prima struttura di questo genere a sorgere in un Paese straniero. Il campus sarà aperto da uno dei più importanti atenei della repubblica popolare asiatica, la Tongji University di Shanghai, che fin dagli anni Ottanta collabora con l’università fiorentina. L’iniziativa ha una portata eccezionale, in quanto è unica al mondo, ed è stata resa possibile attraverso una serie di accordi tra la Regione Toscana, il Comune di Firenze e il Ministero della Scienza in materia di innovazione di Pechino.

L’apertura a Firenze di un campus universitario per studenti cinesi favorirà lo scambio di idee, tecnologie e la collaborazione scientifica tra l’Italia e l’Estremo Oriente, ma avrà importanti ricadute anche sull’economia. Come sottolinea Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana con delega all’università, la struttura sarà “un punto di riferimento in grado di favorire scambi tecnologici fra la nostra rete di ricerca e la Cina con l’apertura di canali importanti, in terra d’Oriente, per le imprese toscane”.

L’apertura del primo campus universitario all’estero per studenti cinesi sarà preceduta dalla nascita entro il 2013, sempre a Firenze, di un centro di design che sarà ospitato nei locali di Villa Strozzi. Qui i giovani creativi cinesi riceveranno una formazione di alto livello e le aziende del Paese asiatico potranno sviluppare nuove attività o organizzare manifestazioni e spettacoli culturali.  L’intesa siglata ieri a Palazzo Vecchio suggella definitivamente una storia di sinergie e accordi che va avanti da alcuni anni e che comporterà in futuro anche la creazione di un centro a Shanghai presso la piattaforma dell’industria creativa, che servirà alle imprese toscane come base per fare crescere il proprio business in Cina.

Per Firenze e per l’Italia il nuovo campus universitario riservato agli studenti cinesi potrebbe essere un’occasione straordinaria. “Si tratta di accordi davvero importanti per la nostra città. L’Università di Tongji – ha dichiarato il sindaco Matteo Renzi, tra i firmatari dei protocolli d’intesa – è una delle più prestigiose della Cina. Ci sono tutte le condizioni per fare una delle più brillanti operazioni di attrazione di cervelli che l’Italia abbia mai conosciuto”.