Affitti in nero

La Guardia di Finanza ha individuato una donna di 70 anni che affittando camere e posti letto in nero nella zona di Santa Croce, a Firenze, ha guadagnato tra il 2006 e il 2011 una cifra che si aggira intorno ai 230 mila euro senza che la sua attività risultasse al fisco.

I tredici posti letto distribuiti in due stabili di sua proprietà offrivano diverse soluzioni abitative e altrettante “tariffe”: dai 300 euro per i posti letto nelle camere più piccole con bagno in comune ai 52 per le camere più spaziose e dotate di servizi.

Tutta l’attività si svolgeva senza che l’affittacamere avesse mai denunciato l’attività svolta né chiesto l’autorizzazione al Comune di Firenze o tanto meno versato le tasse. Non a caso la gran parte degli inquilini erano studenti stranieri giunti in Italia per periodi di studio di pochi mesi e ignari delle regole che vigono in materia nel nostro Paese.

L’unico “pezzo di carta” che vedevano gli inquilini era un documento che precisava la tipologia di stanza in affitto, la possibilità di usare gli spazi comuni come cucina soggiorno e bagno, e i servizi compresi nel prezzo: connessione a internet, lenzuola, coperte. La firma dell’inquilino in calce al foglio equivaleva ad “ufficializzare” la conclusione del contratto.

Proprio perché l’evasione era totale, non è stato semplice per le Fiamme gialle ricostruire il volume di attività della donna, che trovava i suoi clienti con annunci sistemati negli internet point di Firenze. Gli investigatori hanno rintracciato gli inquilini informandosi presso gli atenei e contattando via internet gli studenti stranieri ormai rientrati a casa.

La prova del giro d’affari cospicuo e incessante è venuta dall’analisi delle utenze di acqua, gas e luce relative ai due immobili, che hanno dato conferma di un costante utilizzo. Secondo i calcoli dei finanzieri con oltre tremila euro mensili la donna è arrivata a incassare 230.000 euro circa in sei anni evadendo 23.100 euro di Iva e altre 12.000 circa tra Irap e imposta di registro.

Ma se il caso dell’anziana donna di Firenze desta attenzione per il volume d’affari che è riuscita a mettere in piedi, com’è noto il fenomeno è ancora molto diffuso. Recentemente a Bari le Fiamme gialle hanno denunciato ben 500 proprietari di immobili dati in affitto in nero agli studenti fuori sede.