Fini patto sapere bipartisan ricerca

Fini patto sapere bipartisan ricerca

Un ‘patto per il sapere‘ siglato da entrambi gli schieramenti politici italiani, in modo che “nel prossimo futuro non solo non ci siano tagli alla ricerca e all’università ma che, anzi, le risorse crescano progressivamente”.

Questo è quanto ha proposto il presidente della Camera, Gianfranco Fini, durante il suo intervento in occasione della sesta edizione dell’Italian American Conference all’Università di Pisa, dove il presidente della Camera Fini ha parlato sul tema “Democrazia, le sfide del XXI secolo”.

L’evento è dedicato quest’anno alla riflessione sulla società del XXI secolo, sulla teoria e la prassi di una società “possibile” nella prospettiva della democrazia come metodo e valore.

Al convegno partecipano studiosi italiani e americani – statunitensi e latinoamericani – che approfondiranno i temi insieme con politici e rappresentanti istituzionali. Ieri sono intervenuti gli onorevoli Carlo Casini e Fausto Bertinotti.

Fini, nel suo intervento, ha espresso la convinzione che quello che ”manca è un progetto comune sull’Italia”, da cui di fatto nasce in maniera automatica il fatto che ”non ci sia, nella dialettica tra le parti, reciproca collaborazione”.

Invece, ha rilevato, ”in altri tempi un progetto comune c’era” e ”anche in momenti più difficili dell’attuale” le forze politiche riuscivano a dialogare anche quando erano sulle ”barricate”