fru2010 (10)

Convegni, workshop e tanta musica all’insegna della sostenibilità: dal 3 al 5 Maggio presso il villaggio multimediale dell’Università di Pisa.

Siete appassionati di musica e credete nella condivisione di saperi? Siete affascinati dall’universo radiofonico e dalle nuove tecnologie? Il Festival delle Radio Universitarie (Fru), che dal 3 al 5 Maggio sarà ospite della storica radio web RadioEco farà certo al caso vostro.

L’evento, promosso da Raduni (Associazione operatori radiofonici universitari) e da Ustation.it, network nazionale dei media universitari) trasformerà gli spazi dell’ateneo toscano in un vero e proprio villaggio multimediale sede di convegni sui nuovi media, workshop pratici per imparare come si fa un programma radiofonico, dirette ed incontri con i protagonisti delle radio nazionali. Non mancherà la musica di gruppi affermati ed emergenti. Il tutto all’insegna dell’ecologia e delle buone pratiche.

Protagonista di questa VI edizione, patrocinata dall’Università di Pisa, da DSU Toscana, istituzioni locali e dalla Rappresentanza italiana della Commissione Europea, sarà infatti la sostenibilità. A celebrarla dibattiti proposti da realtà chiave del settore ( Slow Food, Banca Etica, Green Reporter, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Tecnoetica.it, Altratv.tv), incentrati su stili di vita eco-friendly e su come le nuove tecnologie abbiano reso la comunicazione più partecipata e rispettosa del Pianeta.

Prevista la creazione con Slow Food di un orto nel centro della città, inoltre raccoglitori per la raccolta differenziata, prodotti di filiera corta nelle mense universitarie ed apericena a chilometri zero, con vino e birra artigianali, serviti in bicchieri biodegradabili, con sconti sulle consumazioni se riconsegnati

Tanti i momenti di formazione su conduzione radio, redazione e sound design tenuti da esperti del settore come Max Poli, Direttore di A.R.T. (Accademia di Radio e televisione di Roma) o Provenzano Dj di “m2o”, il network del Gruppo L’Espresso che da spazio, all’interno del format “m2u” (in onda tutti i giorni dalle 07.00 alle 08.00) alle web radio d’ateneo, presenti al Fru 2012 con oltre 300 operatori provenienti da tutta Italia. Un’apposita area sarà riservata alle dirette, dando visibilità e premiando i programmi dei ragazzi più interessanti.

Fra le novità il lancio del progetto “WebIrradiando”, promosso dall’emittente dell’Università di Salerno Unis@und, da Raduni e finanziato dal Dipartimento per la Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per consolidare la rete dei media universitari e promuovere ricerca e sperimentazione laddove ancora non hanno preso piede.

Tutti gratuiti gli eventi musicali della tre giorni, che si svolgeranno presso la Facoltà di Veterinaria cittadina. Apriranno il 3 maggio le band emergenti del Fru Contest, il concorso musicale per gli artisti della scena musicale indipendente, selezionati dal pubblico on line e da una giuria d’esperti, guidata dalla presentatrice Mariolina Simone, a cui seguirà il rock’ and’ roll della band siciliana “Pan del diavolo”.

La seconda giornata vedrà sul palco i “Boxeur de Coeur”, dalle sonorità sperimentali, le atmosfere trasognanti di “Iori’s eyes” ed i cultori dell’indy rock Made in Italy i “Giardini di Mirò”.  Per gli amanti della dancefloor, invece, chiuderà la kermesse “RadioEco Spring Party”, l’appuntamento culto degli studenti pisani con alla console i djs dell’emittente “m2o”.

Un’occasione di confronto e riflessione, quella offerta dal Festival delle Radio Universitarie, che apre al mondo delle emittenti web d’ateneo e rilancia il ruolo dell’università come spazio per la sperimentazione di nuove forme di comunicazione ed informazione, incoraggiando il rispetto per l’ambiente e, al contempo, la musica in tutte le sue declinazioni.