esami strada agraria palermo

esami strada agraria palermo

Gli esami si terranno per strada lunedì per gli studenti di Agraria dell’Università di Palermo. Un’iniziativa di protesta contro la riforma universitaria e la manovra finanziaria approvata dal Governo lanciata da un gruppo di docenti della facoltà. A partire dalle 9, le interrogazioni si terranno fuori dalle aule e all’aperto, o meglio proprio in strada. Le vie adiacenti alla città universitaria, infatti, saranno addirittura chiuse al traffico.

Al centro della protesta, ancora una volta le politiche del Governo sull’Università e le conseguenti adesioni dei ricercatori al blocco delle attività didattiche non obbligatorie per legge. Un fenomeno che mette a rischio la sopravvivenza dell’offerta formativa 2010-2011, aspetto su cui hanno lanciato l’allarme proprio questa settimana i presidi delle facoltà della Sapienza di Roma.

Sulla questione sono intervenuti anche il rettore e il senato accademico dell’Università di Palermo, sottoscrivendo un documento in cui si appoggia lo sciopero dei ricercatori e si chiede al ministro Gelmini di fare marcia indietro su tagli e riforma, pena la violazione del patto con gli studenti e con le famiglie di garantire l’offerta annuale di corsi e lezioni. Si aggiungerebbe inoltre l’ipotesi del blocco degli esami che restano per questa sessione estiva.