Studenti Erasmus

Buon compleanno Erasmus! Il programma universitario più amato dai giovani giunge al suo 25esimo anniversario e, per celebrarlo, la Commissione Europea, ha deciso di lanciare un contest sul web incentrato sulle esperienze degli studenti che ne hanno già preso parte.

Basta solo raccontare, con una storia, un video o una foto, quei mesi vissuti all’estero che hanno permesso a tanti ragazzi di approcciarsi con le università straniere e di vivere momenti indimenticabili. Sono stati oltre due milioni gli studenti europei che, dalla nascita del progetto ad oggi, hanno colto al volo l’occasione di trascorrere del tempo fuori casa: un modo per imparare le lingue e diventare più indipendenti.

Il concorso, che ha lo scopo di raccogliere quante più testimonianze possibile sul programma e incoraggiare le nuove generazioni a parteciparvi, mette anche diversi premi in palio. Una giuria della Commissione, infatti sceglierà la lista dei dieci migliori che potranno essere votati attraverso un sondaggio online che partirà il prossimo primo maggio e avrà termine l’8 dello stesso mese.

Ai vincitori, che verranno annunciati mercoledì 9 maggio 2012, verranno assegnate diverse “ricompense”: un tablet pc per il primo classificato, un lettore mp4 per il secondo e una camera digitale per il terzo. I tre vincitori, inoltre, verranno anche pubblicati sul sito dell’Unione Europea Youth On The Move.

Secondo un’indagine condotta dalla Commissione Europea, l’esperienza Erasmus è stata per gli italiani (la fascia di età compresa tra i 21 e i 23 anni è quella che parte di più) positiva per oltre il 90 per cento dei casi. La durata “preferita” è quella compresa tra i cinque e i sei mesi, anche se un buon 20 per cento decide per una permanenza di dieci mesi o più.

Secondo quanto affermato dagli studenti, il programma permette di migliorare notevolmente il loro approccio con persone appartenenti a background culturali ed etnie diverse, avendo anche modi e tempi per riflettere con più cura su valori e aspirazioni personali.

Ma il successo dell’Erasmus è diffuso moltissimi Paesi europei. Tant’è che in Danimarca si sta pensando di renderlo obbligatorio. Il ministro danese per l’istruzione superiore lo ha dichiarato il mese scorso, sottolineandone l’importanza e l’osannata efficienza.