Urbino

Del suo caso ha parlato ieri Gian Antonio Stella dalle colonne del Corriere della Sera: Angelo Giuliani è un 56enne che ha vinto il concorso per un dottorato di ricerca presso l’Università di Urbino, ma all’atto di ratificare l’esito della selezione il rettore, Stefano Pivato, ha bloccato tutto per l’età non più giovane del vincitore. “Quello è un posto destinato ai giovani che vogliani intraprendere la carriera universitaria” ha spiegato il rettore.

Ora si attende per giovedì 28 luglio l’esito del ricorso al Tar promosso da un’altra vincitrice che si è vista togliere la borsa di studio e a cui ha aderito il candidato over 50, per vedere rispettato il suo diritto a svolgere il dottorato dal momento che non esiste un tetto di età nella legislazione in materia.

Giuliani, che è dirigente del servizio veterinario dell’Azienda sanitaria del comune marchigiano, ha partecipato a fine 2010 alla selezione per i sei posti del dottorato di ricerca in scienze ambientali banditi dall’ateneo. Dei cinque partecipanti alla selezione, tre hanno ottenuto anche una borsa di studio e altri due, tra cui Giuliani, si sono aggiudicati il dottorato senza borsa. E pare che anche l’altro vincitore non borsista fosse over 50, ma abbia poi rinunciato perché ha ottenuto un’altra borsa altrove.

Il dirigente sanitario, dovrebbe svolgere una ricerca sulla nidificazione del colombaccio continuando nel frattempo a percepire lo stipendio dall’azienda sanitaria. A chi lo critica perché farebbe il dottorato a spese della pubblica amministrazione Giuliani risponde che l’aspettativa è prevista dalla legge e che i dottarati sono “altamente qualificanti” e la pubblica amministrazione si giova così dell’aggiornamento frutto del dottorato del prorio dipendente.

Angelo Giuliani spiega anche di avere già un incarico a titolo gratuito all’interno dell’Università di Urbino – una docenza al corso di laurea di Tecnico del territorio – e che nell’ateneo altri ultra cinquantenni hanno incarichi e svolgono dottorati. Al giudice amministraivo l’ardua sentenza.