Diventare revisore legale dei conti

Identikit del revisore legale dei conti

Il revisore legale dei conti è un professionista deputato al controllo dei bilanci e delle scritture contabili di società di capitali, enti pubblici e privati e organizzazioni no-profit. Diventare revisore legale dei conti significa svolgere un ruolo che consiste nell’identificare, mediante un complesso di procedure e controlli, i rischi di errori presenti nel bilancio e individuare gli opportuni criteri di valutazione di tali rischi. La revisione legale, disciplinata dal d.lgs. 39 del 2010 che ha recepito la direttiva europea 2006/43/CE, è obbligatoria per le S.p.a. e gli enti giuridici partecipati dagli enti locali. Nelle società a responsabilità limitata, invece, la funzione può essere attribuita al collegio sindacale.

Diventare revisore legale dei conti significa esprimere il proprio giudizio sull’attendibilità del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato sulla base di verifiche periodiche della regolarità della contabilità, delle scritture contabili e delle operazioni ordinarie e straordinarie. Diventare revisore legale dei conti comporta inoltre il rispetto dei principi etici di indipendenza, trasparenza e professionalità.

La formazione

Per diventare revisore legale dei conti occorre iscriversi al Registro dei Revisori Legali, istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Secondo il d.lgs. 39 del 2010, possono diventare revisore legale dei conti sia persone fisiche che giuridiche.

Le persone fisiche che desiderano diventare revisore legale dei conti devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere domiciliate in Italia;
  • essere in possesso dei requisiti di onorabilità previsti dall’art. 3 del D.M. 145 del 20 giugno 2012;
  • aver conseguito una laurea almeno triennale in discipline economiche, aziendali o giuridiche, secondo quanto previsto dall’art. 2 del D.M. 145/2012;
  • aver svolto un tirocinio triennale presso un revisore contabile accreditato o una società di revisione;
  • aver superato l’esame di Stato (indetto annualmente) a seguito dell’iscrizione all’apposito registro dei praticanti revisori.

Per diventare revisore legale dei conti le persone giuridiche, invece, devono:

  • avere la sede principale o una sede secondaria con rappresentanza stabile in Italia;
  • avere come oggetto sociale esclusivo la revisione e l’organizzazione contabile di aziende;
  • che tutti i responsabili del controllo legale dei conti e la maggioranza degli amministratori e dei soci siano iscritti al Registro dei Revisori Contabili;
  • che i componenti del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione rispettino i requisiti di onorabilità previsti dall’art. 4 del D.M. 145/2012.