diventare consulente lavoro

diventare consulente lavoro

Identikit

Il consulente del lavoro svolge per conto di qualsiasi datore di lavoro tutte le attività che riguardano l’amministrazione del personale dipendente. Diventare consulente del lavoro significa dunque essere un libero professionista che svolge anche assistenza fiscale nei confronti di qualunque tipologia di impresa.

Formazione

Il percorso formativo per diventare consulente del lavoro e la relativa figura professionale segue le norme contenute nella legge n.12 del 1979.

 

Il percorso infatti, come la quasi totalità delle professioni che si dotano di un ordine nazionale e di un albo professionale, richiede una prima fase del conseguimento della laurea per diventare consulente del lavoro, il praticantato per accedere all’esame di stato di consulente del lavoro.

Fino la 2007 era necessario il solo diploma di scuola superiore per poter diventare consulente del lavoro, era infatti richiesto il solo praticantato per due anni dopo il diploma. Per effetto del regolamento di riforma del 2001, su proposta del Ministro Moratti, per i Consulenti del Lavoro, è stato elevato il titolo di accesso, prevedendo quindi il conseguimento della Laurea triennale ed il praticantato per diventare consulente del lavoro di due anni come requisiti indispensabili.

Oggi quindi per diventare consulente del lavoro è necessario essere in possesso di un titolo di laurea triennale o quinquennale ottenuta presso facoltà di giurisprudenza, economia, scienze politiche, ovvero il diploma universitario o la laurea triennale in consulenza del lavoro, o la laurea quadriennale in giurisprudenza, in scienze economiche e commerciali o in scienze politiche.

Nota

Per diventare consulente del lavoro, e per potersi iscriversi al relativo Albo professionale, è importante che non siano in corso dei rapporti di lavoro alle dipendenze dello Stato, quindi essere impiegati della Pubblica Amministrazione a livello sia nazionale sia locale. L’iscrizione all’albo è inoltre incompatibile con l’attività di giornalista professionista.