curriculum europeo

Il curriculum europeo nasce con l’idea di creare un formato standard di riferimento per scrivere il curriculum vitae. Attraverso l’ideazione di uno standard unico per i paesi europei, si cerca di facilitare la comunicazione e la libera circolazione delle persone all’interno dell’Unione Europea.

Molte aziende ed enti accettano solamente candidati che presentano le proprie referenze attraverso lo schema del curriculum europeo. Questo modello è ormai stato recepito anche all’interno dei singoli stati come standard di riferimento di enti pubblici e privati.

Una caratteristica fondamentale è la sua forte adattabilità: può essere utilizzato da ragazzi giovani che cercano lavoro dopo la scuola, da studenti che hanno conseguito la laurea di primo livello o la laurea magistrale e da chiunque possieda esperienze in campi extra scolastici.

Il curriculum europeo, oltre a imporre una griglia abbastanza rigida da compilare, scende ad un elevato livello di dettaglio nella descrizione delle vostre esperienze. Molto peso viene dato anche alle così dette competenze trasversali che fanno riferimento a vostre particolari abilità e capacità (ad esempio artistiche), ma anche alle vostre competenze relazionali ed organizzative.

In queste sezioni è sempre preferibile, oltre ad una semplice autovalutazione delle vostre capacità, riportare degli esempi pratici in cui avete fatto ricorso a particolari abilità in modo che esse possano essere concretamente apprezzate e discusse al momento del colloquio di lavoro.

In questo senso nessuna esperienza deve essere disprezzata quando dovete scrivere il curriculum europeo. Anche se vi sembra che non abbia nulla a che fare con il lavoro che state cercando, può essere considerata come indicativa di competenze acquisite che possono essere esportate con profitto in altri tipi di lavori.

Aver lavorato come cameriere o come animatore turistico, ad esempio, può mostrare una spiccata attitudine ad avere buone relazioni con il pubblico, aver fatto la commessa, può indicare attitudine alla vendita e capacità di gestire una clientela, aver fatto la baby-sitter, può indicare pazienza e responsabilità. Tutte queste sono caratteristiche che possono essere giudicate positive in vari contesti lavorativi e vanno inserite quando scrivete il vostro curriculum europeo.

Il formato del CV europeo segue le direttive politiche consigliate dall’Unione Europea riguardanti lo sviluppo delle risorse umane e mira ad esaminare tutte le esperienze di una persona utili per inserirsi nel mondo lavorativo odierno.

Scarica il modello-curriculum-europeo!

Scarica le linee-guida-curriculum-europeo per la compilazione.