richieste posti disponibili corsi dell'area sanitaria 2017

Medicina, Odontoiatria e professioni sanitarie sono tra i corsi di laurea più ambiti. Ma sono anche a numero chiuso e ogni anno occorre definire quanti debbano essere e come debbano essere ripartiti tra le varie sedi i posti disponibili. Un compito non facile, soprattutto perché presuppone da parte del ministero della Salute una mediazione tra le previsioni del fabbisogno elaborate dal Consorzio gestione anagrafica professioni sanitarie (Cogeaps), che riunisce la federazioni nazionali degli ordini e dei collegi e le associazioni dei professionisti sanitari, e le stime sui fabbisogni formativi fornite dalle Regioni.

Per quanto riguarda i posti disponibili per l’anno accademico 2017-2018, questi dati sono adesso sul tavolo del ministro Beatrice Lorenzin, dalla quale dovrà venire l’autorizzazione finale. Vediamo insieme i numeri in ballo per i principali corsi di laurea a numero chiuso dell’area sanitaria.

Per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, la richiesta è di 8.400 ingressi. Le Regioni, però, non sono d’accordo e propongono 10.328 posti disponibili per il test che si terrà il prossimo settembre. Prevedendo che il ministero scelga una via di mezzo tra le due cifre, è lecito attendersi che saranno banditi tra i 9mila e i 9.500 posti. Per Odontoiatria, invece, la proposta è di 800 nuove matricole, visto che le proiezioni della domanda per il futuro sono viste in diminuzione. Anche in questo caso, le Regioni propongono un numero maggiore – 1.039 ingressi – e con ogni probabilità il ministero della Salute sceglierà di mediare tra le due posizioni.

I posti disponibili per gli infermieri, invece, dovrebbero essere 18.516 per il Cogeaps e 14mila per le Regioni. La domanda di infermieri è prevista in aumento, ma molto probabilmente il ministero autorizzerà una cifra di nuove matricole più vicina a quelle degli anni passati. Difficilmente, quindi, si supererà il numero ipotizzato dalle Regioni. Parallelamente, si prevede una riduzione del fabbisogno di infermieri pediatrici, per questo motivo il la Federazione Ipasvi propone che siano 198 i posti disponibili da contendersi nel test 2017. Le Regioni, però, chiedono che siano 322. I nuovi immatricolati per Ostetricia, invece, dovrebbero essere 743 per il Cogeaps e 672 per le Regioni. Per Fisioterapia secondo il Cogeaps occorre prevedere a partire dal prossimo anno e per i successivi 14 che i posti disponibili siano 2mila. Le Regioni, tuttavia, almeno per il 2017 ne chiedono un po’ di meno: 1.927.

Ecco l’elenco delle proposte relative ai posti disponibili per gli altri corsi di laurea delle professioni sanitarie:

Assistenza sanitaria 468 Cogeaps – 301 Regioni

Dietistica 426 Cogeaps – 340 Regioni

Educatore professionale (da definire)

Igiene dentale 675 Cogeaps – 541 Regioni

Logopedia 787 Cogeaps – 697 Regioni

Ortottica 230 Cogeaps – 189 Regioni

Podologia tra 80 e 111 Cogeaps – 157 Regioni

Tecnica della riabilitazione psichiatrica 400 Cogeaps – 276 Regioni

Tecniche audiometriche 60 Cogeaps – 107 Regioni

Tecniche audioprotesiche 530 Cogeaps – 319 Regioni

Tecniche della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva Cogeaps 420 – Regioni 280

Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (da definire)

Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare 191 Cogeaps – 150 Regioni

Tecniche di laboratorio biomedico 690 Cogeaps – 767 Regioni

Tecniche di neurofisiopatologia 95 Cogeaps – 120 Regioni

Tecniche di radiologia medica 722 Cogeaps – 778 Regioni

Tecniche ortopediche 155 Cogeaps – 130 Regioni

Terapia occupazionale 463 Cogeaps – 211 Regioni

In attesa del decreto col numero ufficiale di posti disponibili per i vari corsi per il prossimo anno accademico, esercitati per i test d’ammissione con le simulazioni gratuite di Universita.it