convegno crui google e le università italiane

convegno crui google e le università italiane

Perché le università italiane dovrebbero dotarsi di nuovi strumenti di comunicazione online per attrarre risorse? Come poter valorizzare a pieno un “bacino di utenza” non sempre pienamente soddisfatto?

A queste domande hanno cercato di dare una risposta i relatori del mondo Google al convegno “Il sistema universitario e la promozione on-line” tenutosi ieri presso la sede della Fondazione CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

Le ricerche online sono, per gli studenti italiani e stranieri, ma anche per altri interlocutori del mondo universitario come le aziende, il principale metodo di approccio al mondo universitario per orientarsi nella scelta del proprio corso di studi, o per selezionare e reclutare nuove risorse in azienda.

Nonostante ciò, le Università non hanno ancora dimostrato, per motivazioni culturali o di budget, di aver compreso pienamente il ruolo della visibilità sui motori di ricerca, riservando pertanto quote esigue di risorse alla comunicazione online e interattiva ma soprattutto alla promozione.

L’evento, rivolto agli operatori nel settore della comunicazione universitaria e dell’area web e marketing, agli amministrativi e ai dipartimenti interessati a nuovi strumenti per la promozione e la valorizzazione della ricerca universitaria e del proprio “marchio”, ha cosi ripercorso i principali scenari sociali ed economici che ruotano attorno al mondo degli studenti e alle pratiche di uso quotidiano che essi fanno dei motori di ricerca.

In apertura dei lavori il Country Manager di Google Italia ha presentato un interessante, curioso e innovativo progetto per una tesi di laurea di uno studente all’università di Toronto (nel video sotto), sia per esemplificare la corrispondenza e la sinergia tra le imprese e le “idee” degli studenti anche in un’ottica di valorizzazione economica, sia per l’avanguardia del mondo universitario nella dimestichezza con le nuove tecnologie e la comunicazione on-line.

I capitoli del convegno sono stati poi interamente dedicati all’obiettivo di rendere consapevoli e promuovere presso gli atenei italiani le potenzialità offerte dagli strumenti e dagli applicativi di Google, come ad esempio Google AdWords – il servizio a pagamento di posizionamento nel motore di ricerca che permette inserzioni pubblicitarie correlate ai risultati “naturali”, per ottenere una maggiore visibilità e migliorare il proprio “business”.

[youtube]6jhoWsHwU7w&feature=related[/youtube]