studenti

Continuano le proteste da parte degli studenti contro la politica del Governo nei confronti dell’Università. Dopo lo sciopero del settore Istruzione promossa dal movimento Onda.

Ora tocca agli studenti dell’Università di Bari che si sono tolti letteralmente i pantaloni per inscenare una protesta simbolica al grido “l’Università è in mutande”, e gli studenti di Roma invece hanno tirato frutta e verdura.

A Bari un gruppo di studenti è entrato senza pantaloni nell’Aula magna dell’Ateneo dove era in corso un convegno cui partecipava Valentina Aprea (Pdl), presidente della Commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera. Insieme a loro anche una delegazione autonoma di studenti, precari dell’istruzione e genitori per contestare le politiche dedicate loro dal ministro Gelmini.

A Roma invece studenti del movimento Onda, ha protestato con un lancio di frutta e pomodori contro l’edificio del Rettorato della Sapienza.