Concorso segretario legazione

Concorso per laureati: a chi è rivolto

E’ indetto un concorso, per titoli ed esami, a 29 posti di Segretario di Legazione in prova Ministero degli Affari Esteri, finalizzato all’accesso alla carriera diplomatica. Per partecipare al concorso occorre essere laureati in una delle lauree magistrali elencate sul bando di concorso tra cui giurisprudenza, scienze politiche, scienze internazionali e diplomatiche, economia e commercio.

Come e quando presentare la domanda

La domanda di ammissione al concorso deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica, compilando il modulo online entro il 9 maggio 2011. Il candidato che, dopo aver superato la prova attitudinale è ammesso alle prove scritte, deve stampare la domanda, firmarla e consegnarla a mano durante le prove scritte stesse, o inviarla al Ministero degli Affari Esteri – DGRI Ufficio V – Concorso Diplomatico – Piazzale della Farnesina 1 – 00135 Roma entro tre giorni dalla conclusione delle prove scritte, con allegati i documenti richiesti. In alternativa il tutto può essere inviato tramite posta elettronica certificata dgri.05@cert.esteri.it.

 

Le prove d’esame

Il concorso è così articolato:

  • prova attitudinale: volta ad accertare la capacità del candidato di svolgere l’attività diplomatica, con particolare riferimento alle capacità di analisi, di sintesi, di logicità del ragionamento e di orientamento alla soluzione dei problemi. La prova attitudinale si articola in un questionario psico-attitudinale consistente in 60 quesiti a risposta multipla e a correzione informatizzata; una relazione sintetica su un caso concreto di natura internazionale, da redigersi in lingua italiana, eventualmente con l’ausilio di documentazione, anche in lingua inglese, fornita dalla Commissione esaminatrice.
  • valutazione dei titoli: titoli universitari anche stranieri post-laurea e di master universitari di primo e di secondo livello, attività lavorativa a livello di funzionario svolta presso organizzazioni internazionali.
  • prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingua. I candidati che hanno superato la prova attitudinale, sono ammessi a sostenere le prove d’esame scritte che vertono sulle seguenti materie: storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna; diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea; politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale; lingua inglese (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale). La prova d’esame orale verte sulle materie delle prove scritte, ed anche sulle seguenti materie: diritto pubblico italiano (costituzionale e amministrativo); contabilità di Stato; nozioni istituzionali di diritto civile e diritto internazionale privato; geografia politica ed economica.

Prossime comunicazioni

La sede, il giorno e l’orario della prova attitudinale, sono resi noti con avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª serie speciale «Concorsi ed esami» – del 15 aprile 2011 e sul sito del Ministero degli Affari Esteri. Mentre la sede, il giorno e l’orario delle prove d’esame scritte sono resi noti con avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª serie speciale «Concorsi ed esami» – del 24 maggio 2011.

Bando di concorso.